L’Oriana: fiction su Rai Uno con Vittoria Puccini sulla Fallaci, 16-17 febbraio 2015 [ANTICIPAZIONI]

L'Oriana, anticipazioni sulla fiction di Rai Uno con Vittoria Puccini

da , il

    L’Oriana è il titolo della fiction su Rai Uno con Vittoria Puccini: la vita della Fallaci andrà in onda in tv il 16-17 febbraio 2015, ma quali sono le anticipazioni? Intanto lo sbarco al cinema: il film/miniserie con protagonista la grande giornalista fiorentina esce in versione cinematografica come evento speciale il 3 e 4 febbraio prossimi. A lavorare alla miniserie – in cui verranno mostrati anche alcuni spezzoni di documenti storici delle teche Rai - sono stati Stefano Rulli e Sandro Petraglia, la regia è di Marco Turco e dopo il salto vi proponiamo le anticipazioni su L’Oriana, la fiction con protagonista Vittoria Puccini nei panni della Fallaci.

    L’Oriana è il titolo della fiction su Rai Uno con Vittoria Puccini: la vita della Fallaci andrà in onda in tv il 16-17 febbraio 2015, ed ecco le anticipazioni sulla miniserie/film tv forniteci da Sette, il magazine del Corriere della Sera. La serie si aprirà con un episodio fittizio, l’arrivo di Lisa (Francesca Agostini), studentessa di giornalismo, a casa della Fallaci (Puccini): il personaggio dell’Agostini – arrivata per aiutare la giornalista ad ordinare carte e articoli – sarà ovviamente emozionata, ma si beccherà una rispostaccia.

    Nel film L’Oriana ci saranno tutte le scene iconiche che hanno fatto della Fallaci una star, da quella in cui, quattordicenne, portava le provviste ai partigiani, a quando si tolse il velo di fronte a Khomeini. In mezzo, l’impiccagione di quattro compaesani nella piazza di Greve in Chianti, quando disse al babbo (interpretato da Adriano Chiaramida) che in guerra non si piange (anche se in realtà fu Edoardo a dirlo alla figlia; nella fiction vedremo anche la mamma Tosca, interpretata da Benedetta Buccellato).

    Vedremo poi Oriana – accompagnata dal fotografo Dulio Pallottelli (Gabriele Marconi) - che scopre una giovanissima indiana costretta a sposarsi (e la giornalista darà di matto), e le scene in Vietnam dove, accompagnata dal fotografo Gianfranco Moroldo detto il Moro (Maurizio Lombardi), raccoglie le confessioni dei soldati americani: spazio in questo caso anche alla voglia di maternità di Oriana Fallaci, con il personaggio della Puccini che tenterà di adottare una bimba.

    Non mancheranno gli amori della Fallaci, ossia Francois Pelou (Stephane Freiss), capo ufficio stampa de LaPresse a Saigon per cui la giornalista finirà addirittura a Rio, e ovviamente Alessandro Panagulis (Vinicio Marchioni), reso immortale dalla Fallaci in Un uomo. Tra le interviste con i potenti – scrive Sette – si è scelta come accennavamo quella con Khomeini, quando la Fallaci dovette sposare il suo accompagnatore – salvo poi togliersi il chador di fronte all’Imam. Chiudiamo con una curiosità: per interpretare la Fallaci, Vittoria Puccini ha dovuto imparare a battere a macchina: “Ma – ammette con Sette – lei era più veloce“.

    Aggiornamento di Fulvia Leopardi del 30 gennaio 2015

    Oriana Fallaci fiction: su Rai Uno Vittoria Puccini interpreterà la giornalista e scrittrice

    Si intitola L’Oriana ed è la fiction-evento della prossima stagione di Rai1: due puntate sulla giornalista e scrittrice, interpretata da Vittoria Puccini, dirette da Marco Turco e prodotte da RaiFiction e Fandango tv . Appuntamento in prima serata, in data ancora sconosciuta: ma per chi non può aspettare di conoscere tutte le anticipazioni su L’Oriana, ecco cosa rivela la protagonista a proposito della fiction.

    Vittoria Puccini, che presto vedremo su Rai Uno nell’attesa fiction dedicata alla giornalista Oriana Fallaci, si confessa in un’intervista a TV, Sorrisi e Canzoni: l’ex star di Elisa di Rivombrosa sarà la giornalista e scrittrice, e confessa che quando le hanno proposto la parte ha provato “Timore. Siamo molto diverse: lei aveva una ruvidezza e una durezza di carattere che a me non appartiene. D’altronde se all’inizio non c’è timore, ha poco senso accettare un ruolo: è giusto che ci sia perché vuol dire che stai affrontando qualcosa di nuovo che ti farà crescere. E poi sapevo che sarebbe stato affascinante raccontare la storia umana e professionale di questa donna straordinaria. Da quando, giovanissima, si unì alla Resistenza, fino alla lotta con la malattia. In mezzo, il suo instancabile lavoro di scrittrice e di giornalista in prima linea. Senza dimenticare i suoi due grandi amori, il dissidente greco Alekos Panagulis e il collega francese François Pelou”.

    Puccini confessa di essersi preparata leggendo libri e interviste, attraverso le quali ha cercato di portare in scena la vera Oriana e i suoi vezzi: “Lei fumava molto: avevo sempre una sigaretta tra le labbra o tra le dita. Ma era finta, perché non fumo. Poi aveva abitudini sorprendenti, se si pensa che è stata la prima reporter di guerra italiana: lo smalto rosso sulle unghie, gli occhialoni da sole neri e l’eyeliner sugli occhi. Che bella questa difesa della femminilità”.

    La fiction è stata girata anche in Vietnam, per avere più veridicità: “Un’esperienza pazzesca – racconta Puccini – un grande sforzo che ci ha ripagato in termini di realismo delle scene. Abbiamo girato a Ho Chi Minh City, la vecchia Saigon, con 45 gradi e un’umidità altissima. È una città caotica, con un traffico incredibile. In quel caos, il regista Marco Turco è stato eroico. Abbiamo anche girato all’Hotel Continental, dove alloggiava Oriana durante la guerra”.

    Svariate le scene difficili de L’Oriana da girare: “ È stato difficile anche girare la scena in un orfanotrofio. I bambini erano comparse locali, ma la situazione era comunque toccante perché erano in condizioni terribili. (…) È stato inquietante anche girare sul set con elmetto e mimetica. Ho percepito tutto il peso di quella divisa: ti senti subito nella dimensione della guerra, in costante contatto con la morte. E lo dico con rispetto verso chi la guerra l’ha vissuta per davvero”.

    Oriana Fallaci fiction TV, Sorrisi e canzoni

    Aggiornamento di Fulvia Leopardi dell’8 agosto 2014

    Oriana Fallaci: la fiction su Rai Uno con Vittoria Puccini protagonista

    puccini_fallaci

    Rai Fiction continua a puntare sull’attrice Vittoria Puccini. Sarà lei a vestire i panni della giornalista e scrittrice Oriana Fallaci in una miniserie che, molto probabilmente, verrà trasmessa su Rai Uno nella primavera del 2014. Dunque, un nuovo ruolo importante per la Puccini dopo quello della prostituta nel periodo della case chiuse in Altri Tempi e quello dell’eroina letteraria Anna Karenina, che ammireremo tra qualche settimana. A dirigerla nell’arduo compito c’è, ancora una volta, il regista Marco Turco con cui è alla terza collaborazione dopo Quella città dei matti e il già citato Altri Tempi.

    Il titolo di questa nuova miniserie sarà semplicemente “L’Oriana” che, prodotta da Rai Fiction e Fandango, porterà in scena la vita della grande giornalista italiana, dalle origini al successo come inviata di guerra, dalla passione per lo scoop all’amore per Alexandros Panagoulis, che sarà interpretato da Vinicio Marchioni. Le riprese sono cominciate proprio in questi giorni in Italia, ma si dislocheranno poi tra Grecia, Tunisia e forse in Thailandia. “La Fallaci aveva una visione della realtà fuori dalle chiese dei partiti ed è questo su cui vogliamo puntare: una donna in qualche modo eretica” spiega Stefano Rulli, che con Sandro Petraglia ha curato la sceneggiatura della miniserie in due puntate.

    “Questo film potrebbe suscitare delle polemiche, proprio come le suscitava la Fallaci” –così ha commentato il suo nuovo lavoro Vittoria Puccini al Corriere della Sera – Si può amarla o odiarla, essere d’accordo o no con le sue invettive, ma credo che la sua storia, la sua vita, meritino di essere raccontate, non dimenticate”. Il regista Turco ci tiene a precisare : “non siamo qui a farne il santino e non ci censureremo neppure riguardo a certe sue prese di posizione estreme. Non pensiamo che fosse un’eroina, ma di sicuro non ebbe mai paura di dire ciò che pensava senza pregiudizi”. Ma non solo una semplice biografia, perché si vuole anche ripercorrere, attraverso la Fallaci, la storia della seconda metà del ‘900: “E’ stata una testimone oculare – conferma Eleonora Andreatta, direttore di Rai Fiction – Una vera combattente di tutti gli autoritarismi che ha attraversato con il talento della scrittura gran parte del nostro passato recente, rivendicando il diritto di essere parziale. L’unica nostra preoccupazione è il non tradirla”.

    Dalle prime foto sul set si nota che non c’è molta somiglianza tra la grande giornalista e l’ex attrice di Elisa di Rivombrosa, seppure entrambe abbiano gli occhi chiari e l’accento fiorentino. La Puccini ne è consapevole ed è per questo che ha deciso di affrontare la sfida con grinta e tenacia. “Mi sono vista e rivista ossessivamente tutte le sue immagini, le interviste in tv, ho studiato le sue mosse, il modo di alzare o abbassare lo sguardo, di stringere la sigaretta tra le dita. E’ il ruolo più gravoso che mi sia mai capitato. Ne ho il sacro terrore. Prendo il coraggio da lei”. Dalla sua parte ha la piena fiducia della Rai Fiction che l’ha preferita, per questo ruolo, ad altre attrici come Chiara Francini.

    Intanto, questa riscoperta per il personaggio di Oriana Fallaci sembra non essere l’unica iniziativa, visto che si parla anche di un film tratto dal suo celebre libro Un Uomo.