L’importante è avere un piano, RAI 1 affida un nuovo show a Stefano Bollani

L’importante è avere un piano, RAI 1 affida un nuovo show a Stefano Bollani

Il programma TV, in onda in seconda serata per sette puntate, parte giovedì 10 novembre 2016: tra gli ospiti anche Fiorella Mannoia, Lillo e Greg e Irene Grandi

    L’importante è avere un piano, RAI 1 affida un nuovo show a Stefano Bollani

    Si chiama L’Importante è avere un piano il nuovo programma di RAI 1 con Stefano Bollani protagonista e che, dal prossimo giovedì 10 novembre 2016, approda in seconda serata con una puntata in onda ogni settimana: sette serate-esperimento, realizzate con la partecipazione di vari ospiti e la promessa, su tutte, di divertire i telespettatori di quella fascia oraria. Del resto, per il pianista e musicista jazz di origini milanesi, si tratta di un ritorno in TV, dopo l’esperienza di Sostiene Bollani, programma trasmesso su RAI 3 dal 2011 al 2013.

    Infatti, nel corso delle sette serate de L’importante è avere un piano, il pubblico che seguirà Stefano Bollani su RAI 1 potrà assistere a eventi all’insegna dell’inedito, musica dal vivo, improvvisazione, ma anche ironia, per un artista ritenuto amante delle sette note in ogni sua forma, dalla più ricercata alla più popolare.

    Nel corso delle varie puntate, infatti, ospiti della trasmissione in onda ilgiovedì in seconda serata, subito dopo gli episodi di Un medico in famiglia 10, saranno anche: Francesco De Gregori, Fiorella Mannoia, Vinicio Capossela, Max Gazzè, Lillo e Greg, Irene Grandi e – dovrebbe esserci – anche Renzo Arbore.

    Prodotto da Ballandi Entertainment, di Bibi Ballandi (già produttore di Ballando con le stelle e numerosi show RAI), il programma vede alla regia Cristian Biondani, già noto come regista dei live di Vasco Rossi e Lady Gaga, e la partecipazione di Valentina Cenni, che a teatro ha già lavorato con Stefano Bollani ne ‘La Regina Dada’ e che chiuderà ogni puntata con un inedito ‘video della buonanotte’.

    Stefano Bollani – in questa nuova esperienza TV, da intendere più come intrattenitore che come vero e proprio conduttore – sarà su RAI 1 dopo che la sera prima, mercoledì 9 novembre 2016, sarà ospite in prima serata del programma di RAI 5 Variazioni sul tema, con GeGè Telesforo che gli avrà riconosciuto tutta la sua ammirazione, considerandolo uno degli artisti più bravi in assoluto.

    Tra l’altro, in questi giorni, oltre a questa parte ‘tranquilla’ di Stefano Bollani, è emerso anche un discorso un attimino più ‘provocatorio’, con il pianista che, in una intervista rilasciata a ‘Sette’ del ‘Corriere della Sera’ ha sparato a zero sui talent show, definendo i concorrenti che partecipano a questo tipo di programmi come ‘condannati a pagare uno psicoanalista’, in quanto ‘non attrezzati ad affrontare il successo’ e, per questo, destinati a sparire dalla scena musicale poco dopo.

    A rispondergli, però, è stato Valerio Scanu, che, cogliendo ‘a caldo’ la polemica, ha invitato il jazzista a non avere pregiudizi nei confronti dei talenti musicali nati nei (o grazie, dipende dai punti di vista) talent show prodotti dalla TV italiana, e dunque di giudicare solo dopo aver ascoltato un concerto.

    Simpatica, infine, l’ironia che potrebbe nascere già da ora intorno al titolo del programma: L’importante è avere un piano. Infatti, l’idea di RAI 1 di mandare in onda questo nuovo programma è un po’ simile a quella affiancata a Fan Car-aoke, sospeso dopo gli ascolti della prima puntata e rinviato al prossimo dicembre: svecchiare il pubblico della seconda serata, provando ad intercettare anche telespettatori più giovani.

    Insomma, l’importante è avere un piano, ma se la RAI ce l’abbia o meno, un piano, non uno specifico, ma uno più generale che ha a che vedere con la visione globale di una TV pubblica quantomeno contemporanea (perché moderna forse è dire troppo), lo stabilirà solo il tempo.

    768

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI