L’Eredità, il programma con la Ghigliottina è il quiz più longevo della TV

L’Eredità, il programma con la Ghigliottina è il quiz più longevo della TV

La popolare trasmissione prodotta da Magnolia per RAI 1 raggiunge il traguardo delle 3502 puntate, di fatto superando il record de La Ruota della Fortuna

    L’Eredità diventa il quiz più longevo della TV. Il programma RAI, anche apprezzato per il momento finale della Ghigliottina, festeggia il record di 3502 puntate in onda nel corso delle varie edizioni dal 2002 ad oggi. La trasmissione, co-prodotta da Magnolia, festeggerà anche sul piccolo schermo con una sorta di appuntamento speciale, trasmesso su RAI 1 giovedì 1 dicembre 2016 a partire dalle ore 18.40.

    A fare gli onori di casa della puntata speciale che celebrerà L’Eredità come quiz più longevo della TV italiana sarà il presentatore in carica Fabrizio Frizzi.

    Frizzi è l’ultimo arrivato dopo che Amadeus e Carlo Conti sono stati i primi a condurre la fortunata trasmissione di RAI 1, che tanto piace al pubblico e anche per via del momento finale della Ghigliottina.

    Quindi, grazie alle 3502 puntate raggiunte, con 21.000 concorrenti in gara e 27.000 domande prodotte, L’Eredità è il quiz che di fatto batterà il record detenuto da La Ruota della Fortuna, gioco televisivo portato al successo da Mike Bongiorno andato in onda tra il 1989 e il 2009 su Odeon TV e Mediaset e che ancora oggi vanta all’attivo un totale di ben 3501 puntate.

    TV: Rai 1; L'Eredita'

    C’è da dire, infine, che anche l’attuale competitor de L’Eredità, il nuovo quiz Caduta Libera in onda su Canale 5, ha di recente festeggiato il suo primo traguardo, con il padrone di casa fiero di aver raggiunto le prime 300 puntate prodotte da Endemol Shine Italy per Mediaset.

    Gerry Scotti con la torta (1)

    Anche in questo caso, infatti, lo scorso 19 novembre 2016 è andata in onda una puntata speciale ricca di sorprese, come una torta gigante con trecento candeline.

    E le parole di Scotti non potevano di certo essere povere di entusiasmo. Infatti il conduttore – probabilmente riferendosi a Chi vuole essere milionario? e a Passaparola – ha detto:

    ‘Si dice per gli anni ma va bene anche per le trasmissioni: 300 e non sentirli! Mi sembra ieri quando è cominciata questa galoppata talmente coinvolgente e travolgente che davvero non me ne sono accorto. Devo dire che rispetto ai grandi numeri ai quali io sono abituato, tipo le 1000 puntate di un quiz e le quasi 2000 di un altro che ho fatto nel mio passato, sento che per la sua tipicità e per la sua dinamica questo gioco è entrato di prepotenza nel costume della televisione italiana e credo che tra molti anni verrà ricordato come quel gioco di Gerry Scotti in cui i concorrenti cadevano nella botola. Auguri Caduta Libera’.

    524

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI