L’eredità, da Carlo Conti su Rai Uno va in onda la normalità gay di Davide

L’eredità, da Carlo Conti su Rai Uno va in onda la normalità gay di Davide

L'eredità, da Carlo Conti su Rai 1 va in onda la 'normalità' gay di Davide

da in Carlo Conti, Rai 1
Ultimo aggiornamento:
    L'Eredità di Carlo Conti diventa gay friendly

    “Loro sono i genitori del mio fidanzato”: così a L’eredità, il preserale condotto da Carlo Conti su Rai Uno, va in scena una nuova pagina di televisione ‘gay-friendly’, che non promuove né condanna, ma semplicemente registra l’evolversi della società. Scopriamo insieme cosa è successo.

    In attesa del Parlamento, i cambiamenti della società finiscono in televisione: dopo la storia d’amore gay a C’è posta per te – ma rigorosamente in seconda serata inoltrata – L’eredità bissa il caso di un anno fa, quando un concorrente aveva fatto (un po’ costretto dalle ‘pressioni’ del conduttore) coming out in diretta tv.

    Come in tutte le puntate, Carlo Contimattatore del Premio TV 2014 – dà ai suoi concorrenti la possibilità di presentarsi, e alla domanda del conduttore su chi siano le due persone inquadrate dal pubblico, Davide risponde che quelli che Conti ha indicato sono i genitori del suo fidanzato; e la cosa non finisce qui, visto che il concorrente, leggendo una lettera, ringrazia le due persone presenti perché lo hanno accolto nella loro famiglia e lo trattano come un figlio.

    Un cambiamento che fa un po’ “scalpore” perché va in onda domenica sera sulla Rai – quella di Anna Maria Tarantola e “dal Papa vanno solo le coppie sposate“, per capirsi, o delle fiction familiari/di preti e suore – ma che registra un precedente, sempre a L’eredità.

    In una puntata in onda nel febbraio 2013, Conti presenta i concorrenti di giornata e arrivato al giovane Alessandro, ventunenne di Ferrara, chiede se sia “sposato, fidanzato, single?“; il ragazzo risponde di essere “single, purtroppo.

    C’è crisi” e a Conti che incalza, spiega che “Il paese è piccolo, sono più abituato alle grandi città“. Conti non capisce (o fa finta) e continua…”Quando torni saranno contente le ragazze…“, frase che ‘costringe’ il concorrente a spiegare: “Non tanto le ragazze. Sono andato al Gay Pride, infatti. Quindi cercherei più un ragazzo“.

    Ieri sera, decisamente, le cose sono filate molto più lisce…

    393

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Carlo ContiRai 1