Karina Cascella si dispera: ‘Rivoglio Salvatore, ma devo aspettare’

Karina Cascella si dispera: ‘Rivoglio Salvatore, ma devo aspettare’

Karina Cascella e Salvatore Angelucci sembra destinati alla rottura, anche se lei ha ammesso a Vero di essere disposta a tutto pur di riprenderselo

    karina cascella salvatore angelucci uomini e donne

    Karina Cascella non si arrende: la speranza è l’ultima a morire e Salvatore Angelucci, per quanto possa essere vero il detto ‘chi di speranza vive disperato muore’, deve essere suo. L’ex-opinionista di Uomini e Donne, che sta cercando in tutti i modi di ritornare nel mondo dello spettacolo, ha rilasciato l’ennesima intervista a Vero, a cui ha ribadito, più o meno, ciò che confessò a Barbara D’Urso durante Pomeriggio 5 e, prima ancora, a Visto. La trentunenne si dice speranzosa perché è proprio lui a non voler chiudere la storia: Prima di prendere una decisione definitiva dobbiamo essere sicuri di ciò che facciamo. Questo è quello che dice lui, ha dichiarato l’ex-vincitrice de La Talpa, sicura che è stato il suo comportamento, oltre al nuovo lavoro di Salvatore, a mandare in crisi entrambi.

    La priorità adesso – ha spiegato Karina durante l’intervista – è la nostra Ginevra e si sta cercando di salvare il salvabile. Non siamo giunti ad alcuna conclusione, stiamo pensando solo a salvaguardare la famiglia. [...] Vorrei che ci fosse l’unione di prima. Lui dice che forse la cosa è recuperabile, ma bisogna portare pazienza.

    Si dice anche disposta a lasciarlo andare per la sua strada. In fin dei conti, è vero che Sasi è il padre di sua figlia, ma lo è altrettanto il fatto che è abituata a situazioni del genere.

    Prima di fidanzarsi con lui, infatti, la ragazza ruppe con Emanuele, con il quale stette assieme per circa dieci anni. Se un giorno – ha continuato – Salvatore mi dicesse: ‘Ci ho riprovato, ma non ti amo più’, lo accetterò, spero che non sia così.

    La piccola Ginevra, per fortuna, non è stata coinvolta dai litigi della ‘coppia’. Davanti a lei, infatti, il padre e la madre non discutono né urlano, per un quadretto alla Mulino Bianco che forse, ma speriamo non sia così, è impossibile da ricostruire.

    Continuate a seguirci anche su Facebook. Alla prossima!

    392