Karaoke, Angelo Pintus debutta a Treviso: prima puntata omaggio a Fiorello

Karaoke, Angelo Pintus debutta a Treviso: prima puntata omaggio a Fiorello

Karaoke, Angelo Pintus debutta a Treviso: prima puntata omaggio a Fiorello

    A Mediaset stiano tranquilli. Che il ritorno di Karaoke (Angelo Pintus, Italia 1, ore 19.55) non fosse destinato ad entusiasmare più di tanto era scontato. Nella prima puntata di stasera 30 marzo 2015 è andata in onda una versione refresh dello storico programma condotto da Fiorello: lo show fa della piazza – nel caso specifico si è trattato di Treviso – un manipolo di concorrenti allo sbaraglio, chi con la voglia di divertirsi (si spera!), chi d’improvvisarsi cantante d’occasione ma con la voglia di conquistare Sanremo tout court!

    C’è chi, come Niccolò, vincitore della puntata 1 di Karaoke 2015, è stato capace di portare a termine la canzone La Notte dei Modà conquistando anche un premio, un mappamondo con la scritta Karaoke e che ha suscitato peraltro le ironie di Pintus. Completare l’esecuzione di un brano, sapendo che la telecamera è lì per riprenderti, non è da poco di questi tempi, soprattutto se pensiamo a tutti quei conduttori TV che ancora oggi hanno difficoltà a leggere il gobbo, o in alternativa a staccare gli occhi da quest’ultimo.

    Per la prima, il rischio di una totale bocciatura è scongiurato – ascolti di domani permettendo. La formula di Fatma Ruffini – che ha già firmato i flop Il braccio e la mente nel preserale di Canale 5 e, udite udite, un programma simile, Canta e Vinci condotto da Amadeus nel prime time di Italia 1 – è decisamente basata sulla semplicità: da una pedana rossa posta al centro della piazza va in onda la sfida tra i concorrenti al karaoke. Quando il rischio è di ripetersi nel meccanismo, la noia, per ora, è scalfita con la vecchia regola del ‘cambio’, ma pur sempre evergreen: semplicemente la canzone viene interrotta a metà e la canta un altro.

    A proposito di variazioni, o se volete chiamatele sorprese, stasera è capitato anche l’imitatore di Vasco Rossi, la concorrente che a casa ha uno scorpione in bella vista (l’ha voluto anche far sapere con testuali parole: ‘mia suocera si è preoccupata) e addirittura un’anziana signora che invece di cantare, ha recitato fuori gara un passo de La Divina Commedia!

    Tra i concorrenti c’è stato chi si prendeva troppo sul serio, ma i margini di tempo per selezionare personaggi – e non solo aspiranti cantautori – ci sono: siamo solo all’inizio! ‘Fuori tempo massimo’, invece, alcune canzoni scelte per la gara: si perde il senso della ‘contemporaneità musicale’ se ci si esibisce in Io Canto, Sere Nere o La Notte.

    Il vincitore viene quindi eletto attaverso l’applausometro: sono le persone presenti in piazza a decretare chi merita di vincere la puntata.

    D’altro canto, nessun problema con la conduzione: è filato tutto liscio come l’olio. Più che un vero e proprio conduttore, Pintus è stato un bravo accompagnatore, ironico, mai eccessivo, ha saputo prendere in giro i concorrenti quanto basta, mettendosi in una relazione simmetrica, lontana dal genere dissacrante espresso da Paolo Bonolis ad Avanti un altro, per capirci. Stasera, non abbiamo visto il comico che riempie i teatri con gli spettacoli, ma il vecchio animatore turistico che evidentemente – come Savino con la Ventura – deve tanto a Fiorello.

    648

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI