Josh Holloway: dopo Lost futuro da regista

Josh Holloway: dopo Lost futuro da regista

in una intervista al settimanale A Josh Holloway ha parlato del suo personaggio in Lost, Sawyer, e del suo futuro dopo Lost

    Josh Holloway, Sawyer, Lost

    Josh Holloway, il simpatico e tenebroso Sawyer di Lost, la cui sesta e ultima stagione sta finalmente per approdare in tv sia in America che in Italia (anche se per ora solo con i sottotitoli grazie all’Iptv di Telecom), è convinto che la bellezza sia un “problema” anche per gli uomini. Le donne non sono le uniche a dover combattere gli stereotipi e a dover dimostrare che il connubio bello-bravo non è necessariamente una dicotomia per un attore. E se Holloway è diventato famoso grazie a Lost lo deve soprattutto a sua moglie che l’ha convinto a fare i provini! E dopo Lost sogna un futuro da regista.

    La bellezza è un problema anche per un uomo, vieni chiuso in una gabbia di stereotipi. In passatomi sono sentito spesso perso. Non sapevo dove sarebbe andata la mia vita, quali aspirazioni avrei potuto realizzare. Non sono competitivo, piuttosto sono contemplativo e il mondo di Hollywood vive di rivalità. Quando facevo il modello, anche per la maison Versace ero snobbato da tanti, ma era un modo per guadagnare onestamente. Certo, volevo essere rispettato come attore” ha dichiarato Josh Holloway ad A.

    Poi fortunatamente è arrivato Lost e per l’affascinante interprete di James Sawyer Ford si sono aperte diverse strade e una volta terminata l’esperienza con la seguitissima serie tv di Damon Lindelof e Carlton Cuse comincerà a pensare di nuovo al suo futuro, dove si vede anche nei panni di regista.

    Vorrei realizzare alcuni documentari in giro per il mondo: Cina, Irlanda, Nuova Zelanda” ha rivelato il 40enne ex modello che se ha raggiunto il successo come attore di Lost deve ringraziare principalmente sua moglie Yessica, che lo scorso aprile lo ha reso papà della loro prima figlia, Java Kumala.

    Yessie, mia moglie, mi disse che stavano cercando attori per questa nuova serie scritta da un regista geniale, J.J. Abrams. Si sapeva già che sarebbe stata girata in gran parte alle Hawaii e questo risvegliava la mia curiosità – ha ricordato Holloway – Insomma, mi sono presentato e nel giro di qualche mese sono stato travolto. Centinaia di lettere, i fan che volevano sapere quanto ci fosse di me in Sawyer, il superstite del disastro aereo, un tipo complesso, al tempo stesso violento e tenero”.

    Un personaggio che ha fatto impazzire milioni di donne in tutto il mondo. E a proposito del gentil sesso Josh, che si dichiara schietto e “fedele” di natura, ha confessato di preferire le bellezze brune alle bionde, quelle che hanno senso dell’umorismo e che non sono troppo legate a beni e ambizioni materiali.

    La vita dopo Lost per me resterà la stessa” ha concluso Holloway. Per chi scrive no… e per voi?

    539

     
     
     
     
     
    ALTRE NOTIZIE