Jonathan Kashanian: Chiambretti Night è pazzesco

in una intervista rilasciata al tgcom jonathan kashanian, vincitore della quinta edizione del grande fratello, ha rivelato i suoi sogni professionali per il futuro: condurre un talk show alla oprah winfrey e recitare per tinto brass

da , il

    Jonathan Kashanian, vincitore della quinta edizione del Grande Fratello, ha confessato i suoi sogni e i suoi progetti futuri in una intervista al Tgcom. Tra i primi ci sono un talk show alla Oprah Winfrey e un film con i grandi registi italiani, tra i secondi il ritorno nelle nuovi stagioni di Chiambretti Night e Mattino Cinque.

    Possiamo dirlo con certezza guardando i risultati raggiunti: Jonathan Kashanian, trionfatore del Grande Fratello 5, è senza un dubbio uno dei pochi ex gieffini ad avercela fatta. La sua simpatia e la sua eccentricità hanno colpito da subito i telespettatori di Canale 5 che lo hanno in votato in massa per regalargli la vittoria al papà di tutti i reality show. E una volta essere uscito dalla casa più spiata di Cinecittà per lui si sono aperte le porte di diversi programmi di intrattenimento che lo hanno voluto come ospite fisso o inviato. Solo per citare i suoi ultimi impegni Pierino Chiambretti ha chiamato Jonathan prima a Markette e poi al Chiambretti Night in veste di pianista-intervistatore, mentre Barbara D’Urso lo ha voluto sul divano di Mattino Cinque in qualità di commentatore ed esperto di moda (e infatti per anni ha condotto Modeland, trasmissione di All Music).

    A proposito del programma rivelazione della seconda serata di Italia 1 Kashanian non può che tracciare un bilancio assolutamente positivo di questa prima stagione: “Credo basti guardare il programma per rendersene conto – ha spiegato nell’intervista rilasciata al Tgcom –. C’è un tale apporto di qualità, di diversità che lo rende unico, sia dal punto di vista dei contenuti che in termini di divertissement, è pazzesco”.

    Anche se noi lo abbiamo visto solo seduto al piano e intervenire con le sue domande-frecciatine l’iraniano partecipa attivamente alla realizzazione di Chiambretti Night: “Quando ho iniziato a fare televisione la sensazione che avevo era di non essere pienamente utilizzato, poche volte ho sentito di fare un ‘lavoro’. Dopo quest’esperienza – ha spiegato – tutto è cambiato: partecipo alla costruzione del programma, propongo, faccio la mia parte. Piero ovviamente è il direttore d’orchestra, ma c’è un’intesa pazzesca…”.

    A settembre lo ritroveremo ancora sia al Chiambretti Night che a Mattino Cinque (dove arriverà Federica Panicucci) e per questo si può sentire sicuramente realizzato ma anche lui ha ancora qualche sogno nel cassetto. Uno di questi riguarda il cinema: gli piacerebbe molto lavorare con Tinto Brass perché ritiene che sia un vero artista. “Pur scegliendo un argomento che si presta ad essere attaccato, ad essere svilito – ha dichiarato – riesce a calarti nell’atmosfera, come un Pedro Almodovar. Raggiunge livelli altissimi, racconta storie, crea atmosfere”.

    Ma la sua più grande aspirazione è quella di riuscire a realizzare un talk show alla Oprah Winfrey, la regina dei salotti americani: “è uno dei miei desideri quello di stare seduto su una poltrona e chiacchierare a ruota libera degli argomenti più disparati, scavando in profondità – ha confessato l’ex gieffino –. Spero che qualcuno creda in me al punto da poterlo realizzare”.

    In bocca al lupo allora!