John Wilson: “Il cinema ha paura dei Razzie Awards!”

John Wilson: “Il cinema ha paura dei Razzie Awards!”

Accanto agli Oscar, onore ambitissimo, il cinema americano vive momenti di vero terrore quando vengono assegnati i Golden Raspberry Awards

    Il discorso di accettazione del Razzie Awards da parte di Halle Berry.

    Accanto agli Oscar, onore ambitissimo, il cinema americano vive momenti di vero terrore quando vengono assegnati i Golden Raspberry Awards (su Vivacinema le nomination ed i vincitori del poco ambito premio).

    Familiarmente chiamati Razzie Awards, letteralmente Premi Pernacchia, questi Oscar al contrario sono riconoscimenti tributati alle peggiori performance in campo cinematografico: sapevamo che gli attori avevano il terrore di essere nominati e di vincere, ma secondo quanto ha dichiarato il loro creatore, John Wilson, anche l’industria del cinema è terrorizzata dai Razzies, perché si focalizzano sui film dal grande budget ed attori famosi che non avrebbero motivo di essere tanto pessimi da meritarsi un razzie.

    L’industria cinematografica è spaventata da noi, ha spiegato Wilson, perché promuoviamo qualcosa che non possono apprezzare. E loro ci ignorano perché ci prendiamo gioco di loro, siamo la buccia di banana sul pavimento, non siamo uno schiaffo in faccia.

    Non diciamo ‘Ma vaff…’, ci chiediamo perché questi film siano così brutti“. E Wilson ne ha anche per la notte degli Oscar: “E’ tutto un tirare baci in aria e darsi pacche sulle spalle, e le majors sono spaventatissime perché ci sono persone come noi là fuori“.

    L’esempio migliore di come andrebbe accettato un Razzie Awards? Lo ha dato Halle Berry, già vincitrice di un Oscar nel 2002 per Monster’s Ball – L’ombra della vita (2001), che nel 2005 ha ritirato il Razzie per la sua prova in Catwoman: “Halle, ha concluso infatti Wilson, è il perfetto esempio di come fare i conti con un Razzie: è venuta alla cerimonia, e ha fatto un discorso-parodia di accettazione (vedi video ad inizio post, ndr). Dovete accettare il premio, abbracciarlo, divertirvi e andare avanti. Non inca…volarvi, ignorarli, e dire che sono irrilevanti“.

    395

    Festival di Sanremo 2017

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI