Jersey Shore 5, confermato l’addio di Vinny Guadagnino: ‘Sono stressato, lascio’

Jersey Shore 5, confermato l’addio di Vinny Guadagnino: ‘Sono stressato, lascio’

    Ci sarebbero lo stress e l’ansia dietro l’addio di Vinny Guadagnino dal set di Jersey Shore, che i telespettatori americani hanno visto nell’episodio andato in onda giovedì sera su MTV: il giovane tamarro se ne è andato da Seaside Heights con un taxi, non prima di aver detto ai suoi colleghi ch era infelice nella casa, e quindi doveva andarsene. A nulla sono serviti quindi i tentativi di Pauly D e di Ronnie Ortiz-Magro di ‘rianimarlo’, la star ha abbandonato le riprese e non è chiaro se – o quando – tornerà.

    Come avevamo anticipato nei mesi scorsi, Jersey Shore ha perso uno dei suoi protagonisti, la decisione di girare due stagioni consecutive tra l’Italia e Seaside Heights non è piaciuta a Vinny Guadagnino, che – stanco di stare lontano casa – è ritornato a Staten Island abbandonando cast e crew nel bel mezzo della produzione della quinta stagione.

    L’addio – anticipato nei mesi scorsi – è stato visto dai fan nella puntata di giovedì sera, quando nonostante i tentativi di Pauly D e Ronnie Ortiz-Magro di organizzare una giornata per soli uomini, la giovane star ha spiegato che ‘lasciare il reality è la miglior cosa per me, ora sto soffrendo e devo stare meglio.

    Non sono felice, devo fare quello che è meglio per me, ed il meglio per me è lasciare’. Guadagnino ha poi parlato anche con la famiglia, dicendo loro ‘venitemi a prendere, sono un lottatore ma non ho più voglia di combattere, ho preso una decisione, voglio andarmene da qui’. Al momento non è chiaro se, quando e come, Guadagnino tornerà sul set di JS.

    Secondo una prima ‘diagnosi’, la star soffre di ansia sin da quando era giovane, e lavorare in uno show con strette scadenze non è un ambiente sano per lui: ‘Siamo tornati dall’Italia (location della quarta stagione) e abbiamo ricominciato subito a girare la quinta stagione di Jersey Shore, sapevamo che saremmo andati sbattere contro un muro, abbiamo tutti raggiunto un punto di rottura, era diventato tutto troppo difficile’. Vinny ha comunque deciso di usare la sua ‘esperienza’ per aiutare gli altri, diventando un volto della The Jed Foundation (un’associazione che lotta contro i disturbi dell’umore, tentando di prevenire i suicidi) e della Half of Us Campaign per incoraggiare i cittadini che soffrono di stress e disordini dell’umore a farsi curare.

    417

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI