Januaria: Amici è stata un’esperienza traumatica

Januaria: Amici è stata un’esperienza traumatica

in una recente intervista Januaria Carito ha rivelato quella di Amici 9 è stata l'esperienza più traumatica della sua vita

    Januaria Carito non le hai mai mandate a dire quando era all’interno della scuola di Amici, figuriamoci ora che è fuori! E così in una recente intervista l’aspirante cantante della nona edizione del talent show di Maria De Filippi ha dichiarato che quella di Amici è stata un’esperienza davvero traumatica! Sintomo che ancora non ha digerito la sua esclusione dal programma di Canale 5.

    Una vera ribelle senza peli sulla lingua: Januaria Carito, ex allieva di Amici 9, nel breve periodo in cui ha partecipato al talent show di Maria De Filippi si è distinta prima per la sua bella voce ma poi soprattutto per il suo carattere forte e determinato (e forse anche un po’ presuntuoso): quando c’era da rispondere ha risposto ed è riuscita a polemizzare anche con Rudy Zerbi quando ha voluto rivendicare una sua canzone (che non è più arrivata) all’interno del cd Sfida, uscito venerdì scorso.

    Insomma considerato il “personaggio” non ci stupisce che a distanza di un mese Januaria non abbia ancora digerito la sua esclusione dal programma, battuta nella sfida esterna da Anna Altieri su decisione del giudice Marco Molendini.

    Amici è stata “una delle esperienze più traumatiche della vita. Ho realizzato quello che era successo riguardandomi alla Tv da casa. E il bello è che speravo che potesse cambiare il risultato della sfida” ha confessato la Carito in una intervista a Visto.

    La cantante ha spiegato che al momento della sfida non era in uno stato di salute ottimale e che magari l’esito avrebbe potuto essere diverso se fosse stata accolta la sua richiesta di far slittare lo scontro con lo sfidante: “Il lunedì ho avuto i pezzi e solo tre ore per provarli. Martedì e mercoledì non ho cantato perché avevo la faringite. Così ho chiesto di poter spostare la sfida al sabato dopo, ma mi hanno detto che potevo cantare lo stesso perché non avevo nulla di rotto.

    Dopo quella risposta, ho capito che non avrei vinto”.

    Le rivendicazioni di Januaria non finiscono qui: a parte il fatto che non si sente affatto inferiore ad Anna (“Mi alzo alle dieci per vedere sul digitale cosa succede nella scuola e per capire perché Anna è entrata al mio posto. Se fosse stata veramente superiore a me, avrebbero dovuto ammetterla fin da settembre”) ritiene che i brani che le erano stati assegnati per la sfida degli inediti non erano adatti a lei: “La voce delle stelle, contro Loredana, parla di un amore tra due donne. Non ho nulla contro i gay, ma non mi sentivo di cantarla. Nel secondo, Loving You, non mi sentivo adatta perché sarei risultata volgare”.

    E questo lo aveva fatto presente al momento anche a Rudy Zerbi tanto da arrivare ad accusarlo di non aver capito che tipo di cantante fosse (per affidarle dei brani così lontani da lei) e sbottando quando poi era stato reso noto che nella compilation Sfida lei non ci sarebbe stata e altri, come Loredana ed Emma, avrebbero avuto due canzoni: “Ma come? Che sistema è: chi due e chi nessuno!”.
    In basso vi riproponiamo lo scontro.





    Va bene rivendicare le proprie ragioni, ma avere un po’ più di umiltà non guasterebbe. Questi ragazzi sono abituati troppo bene…

    727

    Festival di Sanremo 2017

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI