Jamie-Lynn Sigler (ex Soprano) nel mini-drama The Gathering (Lifetime)

Jamie-Lynn Sigler (ex Soprano) nel mini-drama The Gathering (Lifetime)

“The Gathering” è una serie in parte thriller, in parte supernaturale e in parte stregonesca

da in Personaggi Tv, Serie Tv, Serie TV Americane, Serie TV horror, lifetime, Miniserie, tv-movie
Ultimo aggiornamento:

    the gathering

    Si chiuderà questa sera la miniserie in due episodi trasmessa dalla Lifetime “The Gathering”, che, girata quest’estate a Toronto, è in parte thriller, in parte supernaturale e in parte stregonesca (Variety la definisce un misto tra “Salem’s Lot” e “Rosemary’s Baby”, con un pizzico di X-Files – uno dei produttori esecutivi è infatti John Shiban).

    Interpretata (tra gli altri) da Peter Gallagher (The OC), Jamie-Lynn Sigler (I Soprano) e Peter Fonda, The Gathering (originariamente pensata come una serie con puntate da un’ora, poi ridotta a tv movie da 4 ore), racconta la storia di Michael Foster (Gallagher) che tenta di rintracciare sua moglie Anne (Kristin Lehman) scomparsa in circostanze misteriose, pare per unirsi ad un gruppo di streghe il cui obiettivo sarebbe governare il mondo. La Sigler è Maggy, insegnante esperta in stregoneria della figlia teeneger di Foster, Zee (Jenna Boyd), che aiuta Michael a capire cosa è successo, mentre Peter Fonda pare sarà il cattivo che ‘cattura’ le anime di persone ‘potenti’. Per la Lifetime questa miniserie rappresenta uno dei primi tentativi del genere (di soliti i programmi delle rete sono alquanto ‘giovanili’): “Ma John Shiban, sceneggiatore e produttore, ha creato un mondo che non abbiamo mai visto prima: l’ho trovato veramente spaventoso”, ha detto Gallagher. Quanto a Shiban stesso, ha fatto presente che “The Gathering” si concentra sulla stregoneria, un tema non molto trattato dalla tv: “Quando si parla di stregoneria si pensa al paranormale, perciò abbiamo pensato: ‘Cosa succederebbe se le stregoneria fosse vera, e ci fossero persone che la usano contro la società?”. Per la Sigler si tratta invece del primo ruolo post Meadow Soprano: “E’ veramente differente dal ruolo di Meadow, ha detto l’attrice.

    Avrei recitato ne I Soprano per sempre, ma a 26 anni è ora di entrare in un nuovo capitolo della mia vita”.

    364

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Personaggi TvSerie TvSerie TV AmericaneSerie TV horrorlifetimeMiniserietv-movie