James Kyson Lee parla di Heroes

James Kyson Lee parla di Heroes

In Heroes attualmente James Kyson Lee, aka Ando, miglior amico di Hiro, si trova a dover fare da babysitter ad un trentenne con la testa da bambino di 10 anni, ma fuori dal set l'attore rilascia interessanti interviste sul futuro della serie sci-fi, concentrandosi in particolare sul prossimo volume, "Fugitives"

    heroes godsend

    In Heroes attualmente James Kyson Lee, aka Ando, miglior amico di Hiro, si trova a dover fare da babysitter ad un trentenne con la testa da bambino di 10 anni, ma fuori dal set l’attore rilascia interessanti interviste sul futuro della serie sci-fi, concentrandosi in particolare sul prossimo volume, “Fugitives”. (Attenzione, seguono spoiler)

    So che ci sono stati un paio di episodi che hanno confuso le persone in termini di storyline, ha spiegato l’attore, ma penso che in generale la sceneggiatura sia veramente forte, soprattutto per gli ultimi 3/4 episodi. Penso che il tutto si stia omogeineizzando, e saremo forti per tutto il resto della stagione“.

    Quanto al dover fare da babysitter ad Hiro, l’attore ha spiegato che per lui è una sfida: “Ora che Arthur Petrelli ha cancellato la memoria di Hiro, mi ritrovo tra le mani un sacco di impegni, piccole cose come salvare il mondo e fare da babysitter ad un decenne“.

    Ma come mai il personaggio di Ando ha seguito Hiro per tre stagioni praticamente senza fiatare? “Penso che il mio personaggio, come quello di Masi Oka, volesse uscire dalla vita aziendale, sentivamo che non era la vita che volevamo, e quando ci è capitata l’occasione…l’abbiamo presa!“.

    Al momento Ando non ha ancora poteri, ma trovato il misterioso catalizzatore, potrebbe averli, considerato il flashback del futuro in cui Ando uccide Hiro: ma Kyson Lee ci ha detto di non esserne troppo sicuri, “penso che l’obiettivo fosse confondere i telespettatori, e sperabilmente questo è un futuro che tenteremo di evitare, anche se probabilmente Ando otterrà dei poteri e li userà“.

    Il volume Fugitives comincerà a gennaio, e secondo l’attore, “sarà come un nuovo show, con gli storyline che hanno energie differenti. Vedrete un nuovo lato di Ando, non prima comunque di aver visto Hiro e il mio personaggio incontrare altri nuovi personaggi.

    E’ molto eccitante, lavorare con attori differenti permette di sperimentare nuovi tipi di ‘chimica’“.

    Per quanto riguarda i due gruppi di Heroes (guidati da Angela Petrelli) e di Villains (guidati da Arthur Petrelli), “probabilmente io e Hiro saremo dal lato dei buoni, e dopo un po’ di complicazioni, le cose si stanno definendo e semplificando. Arthur e Angela Petrelli, ha concluso Kyson Lee, sono comunque i miei due personaggi preferiti, il primo perché interagisce con tutti i personaggi dello show, e Angela perché Cristine Rose è una persona veramente fantastica“.

    516