Italia’s got talent 2013 quinta puntata: Alessandro D’Orazio diverte la giuria

Italia’s got talent 2013 quinta puntata: Alessandro D’Orazio diverte la giuria

La quinta puntata di Italia's got talent in onda sabato 9 febbraio 2013 ha visto sfilare nuovi talenti ammessi alla semifinale

da in Canale 5, Italia's got talent, Talent Show
Ultimo aggiornamento:

    Ancora divertenti provini nella quinta puntata di Italia’s got talent in onda sabato 9 febbraio su Canale 5. I giudici Rudy Zerbi, Maria De Filippi e Gerry Scotti hanno nuovamente barrato o aperto l’accesso alle semifinali ad un nutrito numero di artisti. Anche ieri non sono mancati cantanti e ballerini, ma com’è ormai tradizione nel talent show condotto da Simone Annicchiarico e Belen Rodriguez, sono i talenti ‘alternativi’ a rubare la scena ai colleghi. Ieri è stato il caso, tra gli altri, di Alessandro D’Orazio, un adorabile bimbo di quattro anni dotato di una singolare capacità: la lettura a memoria. E, come attendevano tutti gli spettatori di Italia’s got talent è tornato anche Raffaele Comoli ‘featuring’ Vincenzo, per mostrare l’ennesimo sgangherato numero di magia da ‘anti Copperfield’.

    Anche la quinta puntata di Italia’s got talent ha visto sfilare talenti più o meno capaci come i Los Hermanos Macana, due tangheri uomini già famosi per le loro performance e naturalmente ammessi alle semifinali. Giusto per scuotere il pubblico femminile in studio ed a casa non sono mancati gli spogliarellisti come i Full Jumpers e Matteo Castellani. Probabilmente fiduciosi per la vittoria di Stefano Scarpa nell’edizione del 2012, non sono mancati neanche acrobati a vario titolo come il giovanissimo artista circense Walter Orfei Nones Malachikhines o i ginnasti padre e figlia Quinto e Martina Italiano o il team volteggio Italia, autori di belle acrobazie a cavallo all’aperto. La spettacolarità delle performance l’ha fatta da padrone anche per i motociclisti Simone Vanni e Tony Coviello, le aggraziate ballerine Petis Pas ed i mimi al buio Contratto a progetto.

    Gli irriducibili del canto si sono presentati per far ammattire o sorprendere in positivo Rudy Zerbi, come la cantanta Ala Behrt, Piervincenzo Angelini nelle vesti del defunto Elvis, l’abile polistrumentista Corrado Slitti. Occhio anche ai maghi come il visionario Vittorio Marino, ad un enigmatico attore come il Re dei Gemelli e all’immancabile coppia di cabarettisti degnamente rappresentata in questo caso dai Gemelli Siamesi.

    Inevitabile menzione d’onore anche per chi non ce l’ha fatta a sopravvivere ai giudizi di Zerbi, De Filippi e Scotti come l’inquietante cantante ispirata da Amy Winehouse o il mago a rischio autocombustione.

    398

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Canale 5Italia's got talentTalent Show