Italia 1 e Rai 2 confinano Studio 60 on the Sunset Strip e Swingtown in terza serata

oggi su Italia 1 debutta Studio 60 on the Sunset Strip (appuntamento da lunedì a venerdì alle 2

da , il

    Uno direbbe “Certi canali che le comprano a fare le serie tv se le devono mettere all’una di notte o alle 2?”, ma tant’è: oggi su Italia 1 debutta Studio 60 on the Sunset Strip (appuntamento da lunedì a venerdì alle 2.00 circa, due puntate alla volta), mentre giovedì parte Swingtown (su Rai Due tutte le notti all’1.25 circa).

    Capiamo benissimo che Swingtown e Studio 60 on the Sunset Strip sono due serie andate malino in America, prontamente cancellate e già passate sul satellite, ma visto che pure gli amanti delle serie tv sforniti di digitale terrestre e altre diavolerie – quali noi siamo – pagano il canone, certi giorni non ci spiacerebbe se alle 2 di notte ci finissero Bruno Vespa, Maria De Filippi e altri programmi trash, più che show molto più interessanti.

    Purtroppo non siamo né impiegati alla Rai né a Mediaset, di conseguenza ci limitiamo a riferire la notizia che sia Swingtown e Studio 60 on the Sunset Strip passeranno ad orari indecenti: l’unica buona novella a questo punto potrebbe essere che – considerato la fine che fanno certi programmi (90210 l’ultimo caso) messi in prima serata e poi rimandati a data da destinarsi – probabilmente riusciremmo a vedere per intero le due serie.

    Partiamo da Studio 60 on the Sunset Strip: la serie creata da Aaron Sorkin racconta il dietro le quinte di un programma televisivo notturno, simile al Saturday Night Live, la cui dirigente addetta all’intrattenimento, Jordan McDeere (Amanda Peet), per risollevare le sorti del programma, dopo una disastrosa diretta in cui uno degli sceneggiatori invita a boicottare lo show, chiama l’autore Matt Albie (Matthew Perry) e il produttore esecutivo Danny Tripp (Bradley Whitford) per salvare il programma, che i due hanno inventato e lanciato al successo.

    Swingtown, invece, torna indietro fino agli anni ‘70 raccontando le vicende di tre famiglie di Chicago alle prese con la novità della libertà sessuale: tutto parte nel luglio del 1976, quando i Miller (Jack Davenport e Molly Parker) si trasferiscono in un ricco sobborgo residenziale di Chicago, e fanno la conoscenza dei vicini Decker (Grant Show e Lana Parrilla), una coppia aperta, ed i Thompson (Josh Hopkins e Miriam Shor), vecchi amici dei Miller che saranno molto colpiti dai Decker.

    Che altro dire? Lasciandovi alla photogallery e ad un paio di video, vi ricordiamo l’appuntamento con Studio 60 on the Sunset Strip (a partire da stasera, dal lunedì a venerdì alle 2.00 circa), e con Swingtown (da giovedì su Rai Due tutte le notti all’1.25 circa).

    Studio 60 on the Sunset Strip promo

    Swingtown promo