Isola dei Famosi 8, i naufraghi vip: Luca Dirisio

Nell'elenco dei vip dell'ottava edizione dell'Isola dei Famosi c'è Luca Dirisio, lo stesso che qualche anno fa cantava l'Isola

da , il

    luca dirisio isola 8

    Luca Dirisio all’Isola dei Famosi, certo citando proprio una sua canzone si potrebbe dire che per digerire la notizia ci vuole proprio Calma e Sangue Freddo. Si, perché, il ragazzo, 33 anni, fino a poco tempo fa sembrava essere allergico a questo tipo di programmi, ma si sa, gli artisti sono volubili e quindi eccolo pronto per la partenza verso l’Honduras. Quali siano le forti motivazioni che lo hanno spinto a lasciare la sua amata musica non lo sappiamo, ma sono facilmente intuibili, ottima visibilità, facile guadagno e perché no anche un po’ di sano divertimento.

    Luca Dirisio scopre la sua passione per la musica a 14 anni e nel 2003 vince il Summer Live Festival, ma è l’anno successivo che conosce il successo e vince il premio come Artista rivelazione al Festivalbar con Calma e Sangue freddo. Poi la sua carriere prosegue con la partecipazione in veste di duettente per Paolo Meneguzzi al Festival di Sanremo. Insiste con Sanremo anche l’anno successivo nella categoria Uomini con il brano Sparirò che firma lui stesso.

    Poi ed ecco che il cerchio si chiude, pubblica il suo secondo album dal quale vengono estratti alcuni singoli tra cui, L’Isola degli Sfigati che propone un video ironico sul reality di RaiDue. Curiosa la vita, no? E’ del 2008 il terzo album e la fine del suo rapporto con la Sony BMG. Nell’estate del 2010 esce il singolo, Nell’Assenzio, cui segue il quarto album proprio in questi giorni e un secondo singolo, La Pazienza e diciamo che dovremo armarci anche noi di molta pazienza per sopportarlo, visto che parte già con un tantino di spocchia.

    Delle motivazioni che lo hanno portato a lanciarsi nell’avventura dell’Isola dei Famosi dice, “Vado all’Isola perché ho bisogno di emozioni forti. Ho paura solo di me stesso”. Alquanto criptico nell’ultima frase, ma lasciamo correre, sarà interessante vedere, non solo come si troverà con i suoi colleghi naufraghi, ma anche come lo accoglieranno e chissà magari scopriremo che lo “sfigato” è proprio lui.