Isola dei Famosi 7, vince Daniele Battaglia

Isola dei Famosi 7, vince Daniele Battaglia

Daniele Battaglia vince l'Isola dei Famosi 7: come interpretare questa vittoria?

    Daniele Battaglia, figlio di Dodi dei Pooh, vince l’Isola dei Famosi 7: un verdetto incerto, visto che fino alla fine si è consumato un testa a testa con l’ingeniere di Pinerolo Luca Rossetto, primo Nip ad arrivare così in alto sul podio. Una manciata di voti gli ha impedito di coronare il sogno di vincere l’Isola, conquistata dall’amico del cuore di Francesco Facchinetti, cui l’impresa nel 2004 non era riuscita. Vince la spontaneità di un ragazzo che ha alle spalle una nutrita gavetta in radio e che si prepara a una carriera tv proprio su RaiDue, visto che il direttore Massimo Liofredi lo ha già opzionato per la prossima stagione tv. A lui 200.000 euro, di cui metà da devolvere in beneficenza. Quale però il ‘messaggio’ di un podio fatto da non vip?

    Ricapitoliamo: al primo posto di questa difficilissima edizione dell’Isola dei Famosi (così l’ha definita la stessa Simona Ventura ringraziando tutti quelli che hanno permesso di realizzarla) c’è Daniele Battaglia, categoria Figlio di, entrato in gioco con i suoi colleghi alla terza puntata; al secondo posto la rivelazione Luca Rossetto (che però non crediamo abbia la stoffa per intraprendere una carriera tv lontano dalla Ventura), primo Nip ad arrivare così lontano; terzo posto per la combattiva Guenda Goria, altra figlia di che ha ricordato (un po’ per la giovane età, un po’ per carattere) la contessina Giada De Blanckn della prima edizione (in fin dei conti un’altra ‘figlia di’). Nessun vip tra i primi posti (anche perché erano davvero poco vip quelli entrati nel cast dell’Isola 7), segno di un cambiamento degli italiani secondo Simona Ventura.

    Noi abbiamo l’impressione che il predestinato alla vittoria fosse Luca Rossetto, con la sua involontaria comicità dovuta a una flemma tutta piemontese e a una mal dimostrata ‘joie de vivre’ (che gli è valsa una fama di simpatico beccamorto). Poi nei minuti finali della finalissima (qui la blogcronaca) l’attacco gratuito di Sandra Milo a Daniele Battaglia deve aver fatto pendere la bilancia a favore del figlio dei Pooh. Lo rivediamo in basso.



    Meglio così, da un certo punto di vista: con la vittoria di Battaglia l’Isola si è trasformata in un talent show, che ha premiato il giovane televisivamente più promettente. E un’ipoteca alla vittoria Daniele l’aveva firmata con le prime (fantastiche) parodie dell’inviato Rubicondi.

    Anche qui un video.



    Questo vincitore avrà un sicuro futuro in tv: Liofreddi lo vuole a RaiDue, per cui un futuro televisivo è garantito. Se avesse vinto Rossetto probabilmente sarebbe stato schiacciato dal reality come un qualunque vincitore del Grande Fratello.
    L’Isola intanto ha bisogno di meditare dopo un’edizione sostanzialmente anonima: da rivedere il casting, quest’anno vero punto debole del reality di Simona Ventura.

    636

    Festival di Sanremo 2017

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI