Intervista da ‘brivido caldo’ ai Matia Bazar: ‘A Sanremo onoriamo la nostra storia’

Intervista da ‘brivido caldo’ ai Matia Bazar: ‘A Sanremo onoriamo la nostra storia’

L'intervista esclusiva ai Matia Bazar, a poche ore dal loro ritorno all'Ariston per Sanremo 2012

    Matia Bazar_Sanremo2012

    I Matia Bazar sono senza dubbio i veterani del Festival di Sanremo 2012: tornano all’Ariston a 35 anni di distanza dalla loro prima apparizione, ma considerata la straordinaria capacità di rinnovarsi, che ha costellato la loro carriera, anche questo per loro sarà un debutto. Ritrovano la voce di Silvia Mezzanotte per Sei Tu, duetteranno con Al Jarreau su Parla Piano Amore (Speak Soflty Love, colonna sonora de Il Padrino) nella serata di giovedì 16 febbraio e sono pronti a sorprendere il pubblico portando all’Ariston Platinette per offrire venerdì 17 una versione tutta particolare del loro brano. Stasera, però, saranno gli ultimi ad esibirsi.

    Una carriera incredibile quella dei Matia Bazar, che abbiamo ripercorso presentando il testo di Sei Tu, con cui grareggeranno in questa 62ma edizione ovviamente tra i Big: ma per salire sul palco dell’Ariston dovranno aspettare parecchio, visto che sono gli ultimi in ordine d’uscita (la prima è Dolcenera). Chi altro potrebbe fregiarsi del titolo di Big se non loro, approdati a Sanremo nel 1977 con l’indimenticabile voce di Antonella Ruggiero, vincendolo poi nel 2002 con Messaggio d’Amore e le vibrazioni di Silvia Mezzanotte con cui il gruppo si ripresenta a Sanremo, nella stessa formazione che li vide trionfare dieci anni fa.

    Intervistati dai colleghi di Music Room, i Matia Bazar si dicono pronti a questa nuova avventura con tutta l’adrenalina e l’emozione della prima volta. L’obiettivo dichiarato è la vittoria, come si confà a una band sempre agguerrita, ma il vero desiderio è soprattutto quello di ‘onorare la storia dei Matia Bazar con una bella prestazione‘. Caricati da ‘una fase umana e artistica che ci sta dando tante soddisfazioni‘, I Matia Bazar riescono a restare sempre giovani: la scelta di duettare con Platinette ne è una nuova dimostrazione.

    Siamo davvero curiosi di vedere il duetto di venerdì, ma nel frattempo vi lasciamo all’intervista integrale raccolta da Music Room.

    396