Inter-Roma, la finale di Coppa Italia in 3D nei cinema

Inter-Roma, la finale di Coppa Italia in 3D nei cinema

Per la prima volta una partita di calcio verrà trasmessa in 3D in otto sale del circuito The Space Cinema: scoprite tutti i dettagli

    Inter-Roma in 3D

    Per la prima volta una partita di calcio sarà proiettata nei cinema e in qualità 3D: per questa prima assoluta è stata scelta la finale di Coppa Italia, Inter-Roma, che si giocherà domani sera, 5 maggio, e che andrà in diretta su RaiUno a partire dalle 20.45. Lega Calcio e The Space Cinema annunciano lo ‘storico’ accordo che si trasformerà in un’occasione unica per gli appassionati di calcio e di effetti speciali che potranno seguire in diretta la partita in 3D in 8 sale italiane del circuito The Space, sette nell’area delle due città delle squadre finaliste ovvero Milano (all’Odeon e anche a Vimercate, Rozzano, Cerro Maggiore e Montebello della Battaglia) e Roma (Moderno e Parco de Medici); una proiezione speciale anche al Barilla Center di Parma.

    Una partita di calcio in 3D non si era mai vista: per quanto si cerchi di far approdare la tecnologia 3D anche nei salotti dei telespettatori, con diversi progetti – alcuni ormai molto avanzati – che stanno portando sul mercato televisori dotati di questa tecnologia, dobbiamo confessare che l’ultima applicazione cui avevamo pensato era proprio il calcio.
    E invece domani sera alcuni fortunati potranno godersi la finale della Tim Cup 2010 (meglio nota come Coppa Italia) in 8 sale del circuito The Space Cinema in 3D.

    Per realizzarla è stata messa in piedi una complessa organizzazione che investe non solo Lega Calcio e The Space Cinema, ma anche la Rai e la Eutelsat. Infront Italy, in partnership con Rai, si occuperà della produzione televisiva dell’evento utilizzando una tecnologia di trasmissione in alta definizione e in tre dimensioni che sfrutta un sistema di ripresa live sterescopico. Sedici telecamere con speciali sistemi di accoppiamento per la produzione delle immagini 3D consentiranno di spettacolarizzare e apprezzare le azioni di gioco, la profondità e i passaggi palla da un lato all’altro del campo. Il sistema di ripresa è ospitato a bordo del primo Ob Van italiano per la produzione televisiva live tridimensionale.
    La trasmissione via satellite dell’evento è invece garantita da Eutelsat attraverso il satellite Atlantic Birdtm 3 A 5 Ovest°. Si tratterà di un segnale criptato, non disponibile per la televisione e destinato alle sale dotate di kit per la ricezione 3D live.

    Questi cinema via satellite fanno parte del network di Open Sky, che dal centro di controllo di Vicenza monitorerà il segnale trasmesso dallo Stadio Olimpico di Roma. Tale trasmissione 3D stereoscopica è già compatibile con i protocolli ed i requisiti tecnici stabiliti per i prossimi Mondiali di calcio.

    Un’iniziativa fortemente voluta da The Space Cinema, che la considera una sintesi della propria filosofia di mercato: “Crediamo molto in questo progetto – ha commentato Giuseppe Corrado, Presidente e Amministratore Delegato di The Space Cinema – perché rappresenta la sintesi di due grandi passioni degli italiani: il calcio e la tecnologia. Questi due elementi oggi si fondono nel più incredibile spettacolo visivo ed emozionale che viene amplificato dall’imponenza e dalla qualità che solo il grande schermo è in grado di offrire”. “Una svolta epocale – ha aggiunto Corrado – l’ingresso ufficiale dello sport più amato dagli italiani dentro una nuova dimensione in cui la passione e il coinvolgimento emotivo troveranno un senso di realismo ed esperienziale mai provato sino ad ora“. Aspettiamo i commenti dei fortunati pionieri del calcio in 3D.

    590