In Treatment, Sergio Castellitto protagonista della versione italiana dello show

In Treatment, Sergio Castellitto protagonista della versione italiana dello show: ad annunciarlo lo stesso attore al Taormina Film Fest

da , il

    sergio castellitto farà in treatment

    Al Taormina Film Fest, Sergio Castellitto annuncia la versione italiana di In Treatment che andrà in onda su Sky e che lo vedrà protagonista: prodotta dalla Wilde Side, la serie è ispirata a quella originale israeliana e al remake americano di HBO che vede, nel ruolo del protagonista, il terapista Paul Weston, interpretato da Gabriel Byrne: le riprese dovrebbero svolgersi fra dicembre e marzo dell’anno prossimo per Sky, la messa in onda è ovviamente tutta da decidere.

    Dopo Padre Pio e O’ professore, Sergio Castellito potrebbe tornare in tv con In Treatment, remake italiano della serie israeliana e poi americana in cui un terapista si confronta con diversi pazienti a settimana e, al venerdì, con il suo strizzacervelli: a lavorare all’adattamento italiano sarà la società di produzione WildSide, fondata da Lorenzo Mieli (già boss Wilder – dietro a Boris – e amministratore delegato di FremantleMedia Italia), Saverio Costanzo, Mario Gianani, Fausto Brizzi e Marco Martani.

    Se la società rimane la stessa, bisognerà vedere – cambiato il nome del protagonista: si parlava infatti di Nanni Moretti – quale sarà il concept: due anni fa, nel corso del Roma Fiction Fest, Hagai Levi, creatore dello show israeliano, aveva spiegato che il personaggio centrale della serie sarebbe stato un agente operativo in un’unità anti-mafia, ‘perché in ogni paese – aveva detto – va identificata una ferita centrale che imprima autenticità alla serie‘. E così, se in Israele tra i pazienti del terapista c’era un soldato reduce dal conflitto israeliano-palestinese, in America uno dei pazienti era un pilota della Marina che ha ucciso 16 bambini sganciando una bomba su una scuola irachena.

    In treatment è un bellissimo progetto, tratto dalla magnifica serie israeliana realizzata anche negli Usa dalla Hbo con Gabriel Byrne, sul rapporto tra uno psicanalista e i suoi pazienti. Gireremo fra dicembre e marzo‘, ha detto Castellitto nel corso del Taormina Film Fest, per poi aggiungere che la serie è realizzata per Sky che punta a una qualità popolare

    ‘In Treatment’ (sceneggiata e diretta da Rodrigo Garcia, che ne è anche produttore esecutivo assieme a Mark Wahlberg) è il remake di ‘BeTipul’, show israeliano che è diventato un fenomeno sociale e televisivo, vincendo premi a destra e a manca come miglior serie drammatica, miglior regista, miglior sceneggiatura, miglior attore e attrice e ottenendo ascolti record. In America, dopo una prima, fortunatissima stagione, ne sono state prodotte altre due, ma tra una programmazione monstre (da una puntata per cinque giorni a settimana a cinque puntate in due giorni, con due episodi la domenica e tre il lunedì) e storyline non molto accattivanti, la serie è stata chiusa nel 2011 alla fine della terza stagione, ancora inedita in Italia.