In Treatment, la seconda stagione al via ad Aprile sulla HBO

La seconda stagione di In Treatment debutterà sulla HBO in Aprile, ma non andrà più in onda cinque giorni a settimana, ma ci saranno due episodi la domenica e tre il lunedì, “perché alla gente piace approfondire e vedere più di un episodio alla volta”, ha spiegato Sue Naegle, presidente HBO

da , il

    La seconda stagione di In Treatment debutterà sulla HBO in Aprile, ma non andrà più in onda cinque giorni a settimana, ma ci saranno due episodi la domenica e tre il lunedì, “perché alla gente piace approfondire e vedere più di un episodio alla volta”, ha spiegato Sue Naegle, presidente HBO.

    La serie, lo ricordiamo, è incentrata sulle sedute psicanalitiche di 5 personaggi diversi: dopo una prima stagione di successo tra pubblico, critiche e premi ricevuti, nella seconda rivedremo Gabriel Byrne nel ruolo di Paul Weston, e Dianne Wiest, nel ruolo di Gina Toll, la terapista di Weston.

    Ovviamente cambiati i personaggi psicanalizzati rispetto a quelli della prima stagione: ad aprile, in particolare, vedremo Hope Davis nel ruolo di Mia, un’avvocato single, Aaron Shaw nel ruolo di Oliver, un undicenne stressato con genitori (Russell Hornsby e Sherri Saum) al seguito, John Mahoney nel ruolo di un CEO in crisi, ed Alison Pill in quello di April, studentessa di architettura.

    Secondo il sito Zap2it.com, inoltre, rivedremo anche Glynn Turman, padre di uno degli ex pazienti di Weston che apparirà come guest star in qualche puntate, così come potremmo rivedere, ma non è certo, Michelle Forbes nel ruolo della moglie di Paul. Non è chiaro invece se rivedremo Laura (Melissa George), Sophie (Mia Wasikowska), e Jake e Amy (Josh Charles e Embeth Davidtz)

    Come riporta la descrizione ufficiale della seconda stagione di “In Treatment”, “il neo divorziato dottor Paul Weston (Gabriel Byrne) si è trasferito a Brooklyn, ed accoglie i pazienti nel salotto di casa sua. Tra i pazienti, Mia (Hope Davis), avvocato ed ex paziente che diventa di nuovo paziente dopo che Paul le chiede di difenderlo in una causa; Oliver (Aaron Shaw), undicenne che manifesta il disagio per il divorzio dei suoi genitori (Russell Hornsby e Sherri Saum) mangiando continuamente; Walter (John Mahoney), un CEO che, messo di fronte ad uno scandalo professionale e ad una perdita personale, va in crisi; ed April (Alison Pill), ventitrenne studentessa di architettura cui è stato diagnosticato un cancro, malattia di cui rifiuta di parlare ai suoi genitori e per cui rifiuta di curarsi. Ogni venerdì, Paul prende il treno e va in Maryland, per le sue sessioni di terapia con la Dr. Gina Toll (Dianne Wiest)”.

    Il palinsesto dal lunedì al venerdì è a volte risultato come una sfida per alcune persone, ha spiegato Sue Naegle, president di HBO Entertainment, ed abbiamo scoperto che molte persone facevano delle maratone, guardando più episodi alla volta. Domenica notte è la nostra ‘grande notte’, amiamo questo show e faremo di tutto per supportarlo. La nuova programmazione, due episodi domenica e tre il lunedì, è stata decisa perché pensiamo sia più facile guardare la serie in due blocchi a settimana: alla gente, ha conclude la Naegle, piace sintonizzarsi e guardare più episodi alla volta”.

    Sarà una mossa vincente? La risposta, ce l’avremo solo ad aprile, ma nel frattempo vi lasciamo con un video della prima stagione della serie….