In Plain Sight, la protezione testimoni secondo Usa Network

In Plain Sight, la protezione testimoni secondo Usa Network (fotogallery, video, intervista ai protagonisti)

da , il

    Si è conclusa la scorsa settimana su Usa NetworkIn Plain Sight“, serie tv poliziesca drammatico/comica incentrato su Mary Shannon (Mary McCormack) e Marshall Mann (Frederick Weller), due agenti della della Protezione Testimoni (United States Federal Witness Protection Program), alle prese con i testimoni da proteggere…e la loro vita privata (incasinatissima, nel caso di lei).

    Ambientata ad Albuquerque, una delle più grandi città del New Mexico, la serie (prodotta da NBC Universal) ha debuttato su Usa Network il primo giugno 2008, e – visto il grande successo ottenuto, 5.3 milioni di telespettatori solo la premiere – è stata recentemente rinnovata per una seconda stagione da 16 episodi.

    Se In Plain Sight è piacevole a vedersi, la tipica serie estiva senza troppe pretese ma con alta qualità, non meno piacevole – secondo i due protagonisti – è stata girarla: intervistati da TV Guide, Mary McCormack e Frederick Weller hanno parlato al magazine statunitense della loro relazione fuori e dentro lo schermo.

    I due, come accennavamo, interpretano Mary Shannon e Marshall Mann, migliori amici e compagni di lavoro, una coppia perfetta (almeno lavorativamente parlando) visto che tanto lei è impulsiva quanto lui riflessivo: i due, comunque, si vogliono bene, e sono tanto protettivi tra di loro, quanto con i testimoni.

    A Fred piacerebbe dire che la nostra relazione televisiva è la stessa della realtà, spiega la McCorkmack, ma con lui che si porta sempre dietro uno specchio per controllare i suoi capelli, io gli rendo difficile la vita, dicendogli che se io sono mascolina, lui è la femminuccia“.

    “Potrei sfidarla in un match di wrestling, scherza l’attore, e potrei batterla con un braccio solo due volte su tre! Ma, tornando seri, con Mary non c’è mai un momento di calma, è una donna simpaticissima ed una grande attrice. Il mio intenso affetto per Mary (Shannon) è un sottotesto di tutta la serie”.

    L’alchimia tra i due protagonisti è palese anche al produttore esecutivo della serie, David Maples, che preferisce però concentrarsi sulle “sorprendenti analogie” tra Mary …e Mary, ad esempio il nomignolo dell’attrice per la sorella fittizia, “Squish”, che è uno dei ‘nick’ di una delle figlie dell’attrice: “Non sono un tipo da sfera di cristallo, spiega Maples, ma questa volta…pare fosse destino”.

    Il produttore si è detto “contento” di come la serie abbia avuto successo, soprattutto per come il pubblico abbia risposto positivamente alla protagonista: “Mary, ha spiegato Maples, ha decisamente la presenza per farvi credere che può rompere il sedere a qualcuno“.

    “Ho perso molti ruoli a causa della mia presenza fisica, spiega dal canto suo la McCormack, ma sono felice di aver trovato un ruolo perfetto per me, uno che mi vede portare la pistola e combattere contro i cattivi. E’ un bene poter usare certe qualità prima che sia troppo tardi, sono veramente fortunata”.

    E, siamo certi, Mary continuerà ad usare le sue ‘capacità’ anche nella seconda stagione della serie, dove ritroveremo anche Jinx (Lesley Ann Warren), la mamma di Mary Shannon, Brandi (Nichole Hiltz), sua sorella, il fidanzato Raphael Ramirez (Cristián de la Fuente) e Stan McQueen (Paul Ben-Victor), il capo dei Marshall.

    In Plain Sight, video promozionale