In Onda, lite in diretta Vittorio Feltri – Gennaro Migliore

In Onda, lite in diretta Vittorio Feltri – Gennaro Migliore

Coinvolti anche i conduttori, il giornalista poi se ne va

da in La 7, Programmi TV
Ultimo aggiornamento:
    In Onda, lite in diretta Vittorio Feltri – Gennaro Migliore

    Lite in diretta a In Onda tra il giornalista Vittorio Feltri e il deputato Pd Gennaro Migliore, coinvolti anche i conduttori David Parenzo e Tommaso Labate: alla fine il direttore di Libero prende e se ne va, non prima di aver insultato tutti. Non proprio un bello spettacolo, considerato che si parlava dell’omicidio di Fermo (un italiano ha ucciso il nigeriano Emmanuel Chidi Namdi) e della possibile deriva razzista in Italia: vero è che Feltri non aveva tutti i torti, ma c’è sempre una misura nelle cose.

    L’omicidio di Fermo scalda la diretta di In Onda, con una lite tra il direttore di Libero Vittorio Feltri e il deputato Pd Gennaro Migliore (anche sottosegretario) che coinvolge anche i conduttori del programma di La7, Tommaso Labate e David Parenzo. Ricordiamo che a Fermo – la dinamica è ancora da chiarire nel momento in cui scriviamo – il nigeriano Emmanuel Chidi Namdi è morto dopo una lite con Amedeo Mancini, che avrebbe apostrofato la compagna dell’uomo al grido di scimmia africana; la vittima ha reagito, Mancini anche, sferrando un pugno che ha mandato lo straniero in coma – l’italiano è ora accusato di omicidio preterintenzionale.

    Per Feltri, posto che al momento non si possono dare giudizi definitivi, l’omicidio di Fermo non è un problema di razzismo: in un anno ci sono stati oltre 50 casi di fenomeni di razzismo, ma – dice il giornalista – è imprudente sostenere che l’Italia sia un paese razzista o avviato a diventare tale: bisogna essere vigili senza essere allarmisti. A scatenare le ire di Feltri è però il commento di Migliore, secondo cui alcuni giornali (tra cui Libero, diretto dal giornalista) fomentano il razzismo.

    Parte dunque la lite Feltri-Migliore a In Onda, con il direttore di Libero ha prima chiesto al deputato Pd di quale giornale parlasse, per poi definire scemenze le parole del sottosegretario e chiedergli se stava bene, per poi concludere con ‘Lei stasera forse ha abusato di alcol.

    Mi sembra assurdo tutto questo‘. Feltri si rivolge poi a Parenzo e Labate, accusati di consentire ‘a un signore, che evidentemente non sta molto bene questa sera’, di dire certe sciocchezze.

    Labate tenta di calmare gli animi (con annessa gaffe: si rivolge a Feltri chiamandolo Belpietro), così come Parenzo; un tentativo fallito, se è vero che Feltri, non presente in studio, si spazientisce dopo l’ennesima interruzione dallo studio mentre lui sta parlando, e dopo aver dato dei cafoni e persone cafonissime a tutti i presenti, definisce ‘imbecille‘ la trasmissione e poi augura la buona serata, non prima di aver aggiunto che i presenti sono persone volgari, che vogliono coinvolgerlo in cose meschine. Dopo aver augurato a tutti di seguire un corso di educazione – magari tenuto dalle mamme – il giornalista se ne va, non senza dimostrare la sua educazione dicendo, a microfono aperto, ‘siete delle teste di ca**o!‘. Il tutto nello sconcerto, misto a divertimento, dei conduttori.

    560

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN La 7Programmi TV Ultimo aggiornamento: Venerdì 08/07/2016 14:54
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI