Imagine Dragons: intervista per Sanremo 2015

Imagine Dragons: intervista per Sanremo 2015

L'intervista agli Imagine Dragons per il Festial di Sanremo 2015, raccolta dall'inviata Alice Penzavalli

    Gli Imagine Dragons sono approdati al Festival di Sanremo 2015, nella prima serata, in qualità di ospiti internazionali. Incontrando questi giovani American Boys, la prima cosa che ci ha colpito è la loro freschezza e simpatia, nonostante abbiano di che vantarsi, considerato che con il loro primo album ‘Night visions’ (2012) hanno venduto ben tre milioni e mezzo di copie nel mondo!

    La band capitanata da Dan Reynolds ha esordito così: ‘E’ un grande onore per noi essere qui. E’ bello far parte di un programma storico come il Festival di Sanremo. Per fortuna siamo qui per suonare e non saremo giudicati!’.

    Per loro è la prima volta a Sanremo, è vero, tuttavia il legame con l’Italia per un componente della band, esiste da tempo. La moglie di Dan, infatti, è di origini italiane, anche se lui non si ricorda bene di dove….e nel tentativo di ricordare la città natale della sua compagna, gli torna in mente anche una ex fidanzatina del liceo…sempre italiana.

    E’ evidente, il fascino del Bel Paese ha colpito anche gli Imagine Dragons: ‘La gente è calorosa, ci fa emozionare; la musica, poi, è nata in Italia, così come il cibo: gli americani ci provano, ma il cibo che preparano non ha sapore e sa di plastica’.

    E, a dire il vero, a noi emoziona questa pioggia di complimenti!

    Superiamo i convenevoli e cerchiamo di saperne di più su ‘Smoke and Mirrors’, il secondo album in studio della band: ‘L’album ha avuto una lunga gestazione, ci siamo presi del tempo perché l’abbiamo prodotto nel modo in cui volevamo produrlo e per farlo ci è servito del tempo. Abbiamo aspettato tanto per avere questa opportunità, adesso siamo pronti e ne siamo orgogliosi’.

    Gli Imagine Dragons non vedono l’ora di entrare in contatto con le persone, perché ci confidano: ‘Amiamo stare sul palco ed è bello incontrare gente diversa in posti diversi, è una grande fonte d’ispirazione’.

    Sul finire della nostra chiacchierata proviamo ad azzardare una nostra impressione: abbiamo detto loro che la musica e la voce di Dan ricordano, in parte, i Coldplay e il relativo frontman, Chris Martin.

    La risposta non si è fatta attendere: ‘Oggi come oggi è difficile identificare lo stile di una band in un genere ben preciso; siamo influenzati da tutti i generi e la nostra musica nasce da questo mix’.

    E in conclusione, Dan ha (fortunatamente) aggiunto: ‘In passato ho incontrato Chris Martin, penso sia una grande band e siamo contenti di essere paragonati a dei cantanti che ci piacciono!’.

    Intervista a cura di Alice Penzavalli.

    469

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI