Il Volo risponde a Sgarbi a Domenica Live: ‘Siamo disgustati, ecco le prove dell’invito alla cerimonia di Trump’

Tra il giovane trio e il noto critico d'arte, non sembra ancora esserci tregua, anzi...

da , il

    Dopo le numerose accuse, Il Volo risponde a Vittorio Sgarbi in diretta a Domenica Live. Come? Mostrando le prove dell’invito alla cerimonia di Trump, che il trio canoro ha rifiutato per coerenza politica ma che il critico d’arte ha ritenuto falso più volte, definendo la messa in scena de Il Volo semplicemente una trovata pubblicitaria. ‘Presuntuosi e privi di buon senso’, ecco come il noto opinionista ha definito i giovani cantanti sul fronte dell’invito.

    Si sposta su Canale 5 la tensione tra Il Volo e Sgarbi: Barbara D’Urso ha mostrato a Domenica Live, durante la diretta del 22 gennaio 2017, le prove che smentiscono Sgarbi, le prove che Il Volo ha fatto pervenire riguardanti l’invito alla cerimonia di insediamento di Donald Trump ma che, ancora, non convincono il critico d’arte.

    Che Vittorio Sgarbi non sia un fan de Il Volo, ormai è indiscutibile: nell’ultimo periodo sono tanti i video fatti girare sul web in pieno contrasto con la celebrità del trio canoro, con tanto di insulti pesanti e provocatori. Non si sa quale sia l’origine di questo astio nei confronti di Gianluca Ginoble, sfuggito per miracolo alla tragedia dell’Hotel Rigopiano, Ignazio Boschetto e Piero Barone ma, nonostante il triste momento che l’Italia sta attraversando, Sgarbi non ha perso occasione per ribadire la sua avversione nei loro confronti.

    Per mostrare il vero, per metter a tacere una volta per tutte le voci del web, Il Volo si è rivolto alla regina della domenica di Canale 5, Barbara D’Urso, inviandole l’intera conversazione tra il loro manager e l’organizzatore dell’evento americano, consta di scambi di mail.

    La risposta della controparte non ha tardato ad arrivare: Sgarbi, infatti, avrebbe in poco tempo replicato con il solito video su Facebook, dicendo: ‘I tre, intorpediniti, hanno solo cercato pubblicità affiancandosi ai divi che, come De Niro, hanno vilipeso pretestuosamente Trump. Barbara D’Urso, per rimestare nel torbido, si è prestata a mostrare il documento inattendibile come prova di una convocazione che non c’è stata, come non c’è stata, come non c’è stata la volontà di Trump di chiamare né Bocelli né Il Volo’, non credendo, dunque, a quei documenti mostrati in diretta.

    Inoltre, le stesse mail sono state pubblicate sulla pagina ufficiale Facebook de Il Volo, precedute da un lungo commento: ‘Leggiamo disgustati l’ultimo attacco fatto contro di noi sul web dai soliti personaggi televisivi e dai loro squallidi seguaci’. Ecco le parole d’esordio che non lasciano desiderare, per poi continuare con: ‘Difatti strumentalizzare addirittura con gratuita volgarità la disgrazia che colpisce l’intero Paese per tornare ancora sulla nostra mancata partecipazione ai festeggiamenti dedicati al nuovo Presidente degli USA, in questi drammatici momenti non interessa noi né tutti gli altri italiani, così come restano irrilevanti i commenti negativi e diffamatori a noi rivolti da chi non ci apprezza’.