Il tuffo di Zalayeta (video) punito con due turni di squalifica

Il tuffo di Zalayeta (video) punito con due turni di squalifica

Due giornate di squalifica a Zalayeta per la simulazione durante Napoli-Juventus

da in Attualità, Sport, Video, Calcio in tv
Ultimo aggiornamento:
    Il tuffo di Zalayeta (video) punito con due turni di squalifica

    I due rigori fantasma concessi dall’arbitro Bergonzi al Napoli, che ha affrontato in casa la Juventus lo scorso sabato, continua a lasciare strascichi e polemiche.

    Il giudice sportivo ha sanzionato Marcelo Zalayeta, attaccante del Napoli, con due giornate di squalifica per lo spettacolare tuffo sull’uscita del portiere della Juve, Buffon, che è valso alla squadra campana il secondo rigore (il primo era stato concesso su un ipotetico fallo di Chiellini su Lavezzi). Il Napoli, dopo aver annunciato ieri che non avrebbe fatto ricorso, ha cambiato idea sull’onda di nuove immagini acquisite grazie ad alcune emittenti napoletane.

    Ecco il video che ha spinto di dg del Napoli, Pierpaolo Marino, ad inoltrare il ricorso: ci sarebbe una trattenuta di Legrottaglie su Zalayeta, che quindi motiverebbe, per la società campana lo sforzo del giocatore, di non cadere sul portiere nerazzurro. Ma ci sia permesso notare che comunque permane il comportamento antisportivo dell’attaccante, argomento trattato più avanti, nel corso dell’articolo. Nel video di Sky sport anche i commenti di altri allenatori.

    Due rigori inesistenti sono davvero troppi in una sola partita e nel solo secondo tempo. A fine incontro il presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, ha risollevato la questione della necessità della moviola in campo, su cui però il dibattito resta aperto (per approfondimenti vi rimandiamo all’articolo della Gazzetta dello Sport di questa mattina). Inoltre De Laurentiis si è scusato con Cobolli Gigli, il presidente della Juve, che aveva gridato allo scandalo.

    La scusa addotta da Zalayeta nel dopo partita, ovvero che il suo gesto altletico era stato motivato dalla necessità di non rovinare su Buffon in uscita, non è stato considerato dal giudice sportivo come un’attenuante, anzi ha suscitato ancora più critiche perchè in quel caso il giocatore avrebbe dovuto far immediatamente presente la cosa all’arbitro, evitando così l’attribuzione dell’ingiusto rigore ai danni della squadra avversaria. Per la Juve al danno si aggiunge la beffa: il giudice sportivo, infatti, ha confermato l’ammonizione al portiere Buffon, assegnata dal direttore di gara per “gioco scorretto” in occasione del fallo su Zalayeta, poi valutato inesistente dallo stesso giudice. Insomma il fallo non c’è, ma l’ammonizione resta.
    Nel video in basso la sintesi della partita, a cura di Sky Sport.

    Le polemiche sono destinate a continuare. I gravi errori dell’arbitro hanno riaperto, in qualche modo, il capitolo Calciopoli, suscitando un dubbio: è possibile che gli arbitri, per allontanare da sè i sospetti di combine, si accaniscano, senza motivo, sulla vecchia signora del calcio italiano?

    628

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AttualitàSportVideoCalcio in tv