Il Re del Rock and Roll ovvero Elvis Presley, 30 anni dopo la scomparsa

Il Re del Rock and Roll ovvero Elvis Presley, 30 anni dopo la scomparsa
  • Commenti (21)
  • Condividi
  • Email
  • Stampa

elvis presley

Dall’11 al 19 agosto a Graceland si terra’ ‘Elvis Week’, l’iniziativa che celebra il trentesimo anniversario della morte del Re del Rock and Roll, di The King, ovvero di Elvis Presley, avvenuta il 16 luglio del 1977.

  • elvis presley
  • elvis-nixon
  • elvis presley 1956
  • elvis_presley_army_uniform
  • elvis nel 1977
  • graceland
  • la nascita di lisamarie 1968

“Nel corso degli ultimi anni la salute di Elvis era diventata un problema veramente serio, che, come si è letto, l’ha costretto più volte a ricoveri ospedalieri. Il suo peso era aumentato notevolmente e l’immagine che ci viene trasmessa … è scioccante: il suo sguardo è spento, la fatica del suo corpo mentre si esibisce è evidente, e anche moralmente si percepisce tanta stanchezza in lui, ma la sua voce, malgrado tutto, era rimasta potente e melodiosa.
Il 26 giugno 1977 è ad Indianapolis per esibirsi all’Indiana’s Market Square Arena: è il suo ultimo concerto, la sua ultima salita sul palcoscenico!! Dopo questo concerto Elvis torna a Memphis per riposare e per preparare il suo nuovo tour di concerti, che dovrebbe partire dopo la metà di agosto….
…il 16 agosto 1977 poco dopo mezzanotte Elvis torna a Graceland, dopo essere stato dal dentista per una visita. Fino alle prime ore del mattino resta sveglio con la famiglia e il suo staff, si rilassa e cura gli ultimi dettagli del nuovo concerto, che deve partire da Portland, nel Maine, il 17. Verso le 7 del mattino si ritira nella sua camera per riposare fino alla partenza in aereo della sera…ma in tarda mattinata Elvis viene trovato privo di sensi nella sua stanza da bagno e, malgrado tutto ciò che verrà fatto dai medici per salvargli la vita, muore all’età di 42 anni.
La causa della morte è attacco cardiaco.”
(fonte grazielvis.it)
Elvis morì il 16 agosto del 1977 presso la sua dimora Graceland, a Memphis, sorta di santuario del rock poi aperta al pubblico nel 1982 e meta del pellegrinaggio continuo dei suoi fan, provenienti da tutto il pianeta.
Ma l’estate del trentesimo anniversario della morte del Re è già iniziata da un po’ e la cittadina del Tennessee si prepara ad essere invasa da una pacifica folla di pellegrini in visita al loro mito.
Nella città di Menphis la presenza di Elvis è ovunque: ci sono i negozi che vendono i suoi vestiti, i ristoranti che cucinano i suoi piatti preferiti, la statua davanti all’Orpheum Theatre, e poi i luoghi reali, come Lansky, dove Elvis comperava gli abiti, o Schwab, la merceria dove si vendevano i 45 giri, o, appena fuori, i leggendari studi della Sun Records, dove iniziò l’ascesa con la prima incisione.
Per l’occasione del trentesimo anniversario dalla scomparsa, arriveranno nei negozi una serie di uscite discografiche, dalle canzoni dei film ‘Elvis And The Movies’, alla classica raccolta con 52 canzoni ‘Elvis: The King’ fino alla più interessante, quella che raccoglie le esibizioni realizzate durante il periodo passato a Las Vegas in occasione del suo ritorno sulle scene dopo la parentesi hollywoodiana, Elvis: Viva Las Vegas, che conterrà 15 brani registrati dal vivo durante i primi anni nella città.
Tra le tappe previste del maxitour Elvis Week ’07, ci saranno Memphis, Las Vegas, San Francisco, Honululu, Kauai un vero pellegrinaggio nei luoghi presleyani.
Anche Raidue ha voluto realizzare uno speciale dedicato al mito del rock and roll: ELVIS IL MITO “Vita, morte e miracoli di un re” in onda venerdì 17 agosto ore 23.10 e realizzato da Giorgio Verdelli e Maurizio Malabruzzi.
La struttura del programma si varrà di un significativo materiale di repertorio tratto dallo speciale “Classic Album – ElvisPresley” ma anche esibizioni e interviste tratte dall´Ed Sullivan Show, dal backstage in sala di incisione, da interviste al gruppo di Elvis e a personaggi come Keith Richards, BB King grandi estimatori di Elvis.
Il programma sarà arricchito da immagini realizzate a Memphis presso la SunRecords, a Graceland nella villa di Elvis, a Tupelo nella casa della sua infanzia, e da una intervista esclusiva al sarto di Elvis, Bernard Lansky.Completeranno il programma testimonianze di artisti italiani come Zucchero, Le Vibrazioni, Renzo Arbore, Massimo Ranieri, Little Tony, Andrea Mingardi, Bobby Solo, Francesco Baccini, Edoardo Bennato, …e di fan inaspettati del mito di Elvis come l´onorevole Roberto Maroni, e il giornalista Edmondo Berselli.

778

Fonte | Ansa

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

Sab 11/08/2007 da

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
15 agosto 2007 11:45

elvis e stato grande e continua ad esserlo per il talento che aveva,la musica senza di lui non avrebbe senso ,elvis è il RE !!!!

Rispondi Segnala abuso
Andrea 15 agosto 2007 15:14

Finalmente un programma serio nello squallore dei palinsesti estivi lunga vita al rock.

Rispondi Segnala abuso
Antonella 16 agosto 2007 12:43

Finalmente una rete che si è ricordata di celebrare il Re! Elvis è ancora oggi il più grande ed ha lasciato un vuoto che difficilmente potrà essere colmato nel panorama della musica pop- rock!

Rispondi Segnala abuso
Jimmy renga 3 marzo 2009 17:08

VI INVIO QUA SOTTO LA RECENSIONE DI UN LIBRO SU ELVIS PRESLEY CHE USCIRA’ A MARZO DI QUESTO ANNO.
S’INTITOLA ” ELVIS E IL PRIORATO DI SION”. CASA EDITRICE ITALIANOVA ( http://WWW.ITALIANOVA.NET)
L’AUTORE E’ IL CELEBRE MICHELE ALLEGRI I CUI LIBRI SONO CUSTODITI DALLA BIBLIOTECA DEL CONGRESSO USA.
SEGNALO ANCHE IL SITO HTTP://ELVISEILPRIORATO.BLOGSPOT.COM
“RIVELAZIONI ESPLOSIVE”
(The New York Telegraph).
Le innumerevoli coincidenze tra la vita di Elvis ed eventi di più ampia portata sollevano molti interrogativi che questo saggio per la prima volta raccoglie. Qual è, per esempio, il significato dello strano nome ELVIS ARON? Quanti sanno che Elvis aveva un fratello gemello? Quanti conoscono la passione di Elvis per l’occultismo e l’esoterismo? Quanti sanno che il cantante era un agente segreto della FBI, che dipendeva direttamente dal presidente USA Nixon? Chi era in realtà il misterioso manager detto “Colonnello Parker”? Può Elvis aver fatto parte del misterioso Priorato di Sion, come molti altri artisti di tutti i tempi? Durante la Guerra Fredda, Elvis può essere stato parte di un piano strategico atto a cambiare i costumi dei giovani attraverso la musica e l’immagine? La musica rock di Elvis faceva parte di un rito sciamanico teso alla liberazione sessuale delle masse? Può essere stata usata per trasmettere un messaggio politico antitotalitario nei confronti dei regimi dell’Est? Quale culto si è stabilito intorno al cantante cui, ancora oggi, milioni di fans restano fedeli? Con il rigore dell’investigatore moderno, l’autore fornisce al lettore un’inedita chiave di lettura per interpretare il mistero che si cela dietro l’uomo, il cantante e dietro i segni che da sempre giacciono sotto i nostri occhi, dando inizio all’Elvislogia, lo studio serio di un personaggio e del suo culto, analizzato dal punto di vista antropologico, religioso, esoterico, storico e cronachistico.

Rispondi Segnala abuso
MARIO MIZIO 8 gennaio 2010 08:43

Oggi è l’otto gennaio, compleanno del grande Elvis. Il libro di Michele Allegri è completissimo. C’è la storia, la cronaca, la mitologia, le analisi della geopolitica internazionale e i retroscena delle azioni del ramo americano del Priorato di Sion, la celebre TCB di Pierre Plantard de Saint Clair
M.M.

Rispondi Segnala abuso
Maura 17 gennaio 2010 12:57

Non capisco che cosa c’entri tutta questa storia con il grande Elvis. Conosciamo bene la vita del cantante ma non abbiamo mai avuto modo di entrare in contatto con simili sciocchezze. Sicuramente molti artisti americani coltivano passioni di tipo esoterico, basti pensare a Walt Disney o, più recentemente a Madonna e via discorrendo ma per carità evitiamo sensazionalismi gratuiti.

Un bacio a tutti

Rispondi Segnala abuso
Rosa Maria 22 gennaio 2010 13:06

Anke a me suonava strano questo rapporto tra il grande Elvis e la società segreta denominata Priorato di Sion, poi, effettivamente, leggendo l’opera di Allegri, ho capito che non è un aspetto secondario nella vita del cantante americano. Non solo non è secondario ma stende una grande linea di confine tra ciò che ci appare e ciò che avviene, invece, dietro alle quinte, come si suol dire. Il libro è ben fatto, con date precise ed inequivocabili. Chi conosce la vita di Elvis non può che rimanere sorpreso. Penso alla possibilità che Elvis non fosse morto ij quel agosto del 1977..per esempio..un’ipotesi che l’autore analizza bene

Rispondi Segnala abuso
Maura 23 gennaio 2010 09:54

Cara Maria Rosa, evidentemente sei predisposta alle barzellette. Ho parlato con diversi miei amici, i quali sono dei veri e propri esperti sulla storia e la vita del nostro grande Elvis. Nessuno di loro ha confermato quello che si dice in questo singolare libro. Non ci sono affatto riscontri oggettivi e quindi non c’è proprio nient’altro da aggiungere. Solo una favola. E se a te piace…
ciao e buona giornata a tutti

Rispondi Segnala abuso
1 febbraio 2010 17:38

Non è vero. Il fan club mi ha detto che è un ottimo libro ricco di particolari veri. l’Ho letto e moltissime amiche lo hanno fatto. Difatti l’autore, Michele Allegri, viene spesso invitato a parlarne in famose trasmissione televisive che hanno dedicato uno spazio ad Elvis Presley.

Rispondi Segnala abuso
Elvismania 5 febbraio 2010 19:58

Signor anonimo, ci dice cosa vuole? Vuole forse fare pubblicità gratuita a qualcuno? Lasci questo spazio agli appassionati di Elvis. Grazie.

Rispondi Segnala abuso
Maura 6 febbraio 2010 12:27

Ho un leggero sospetto…

Rispondi Segnala abuso
Roberto 4 giugno 2010 09:42

Ho visto la puntata che Odeon tv ha dedicato al best seller di Michele Allegri dal titolo Elvis e il Priorato di Sion. Debbo dire che ho trovato l’esposizione dell’autore molto in linea con la realtà dei fatti che hanno riguardato l’ascesa di Elvis e il suo rapporto con l’esoterismo e con la società segreta della T.C.B., la succursale americana del Priorato di Sion.

Rispondi Segnala abuso
Elvismania 4 giugno 2010 20:09

Ancora con questa storia? Ma basta, tu e questo Allegri del menga! Via da qui! Fuori! Andate a raccontare palle da un’altra parte!

Rispondi Segnala abuso
Elvis-mania 8 giugno 2010 09:07

Io visto per ben due volte ( in diretta e su Rebus tube) lo special di Rebus dedicato al gran maestro della T.C.B.Elvis Presley. Il colonnello Parker “ha costruito il mito” di Elvis in sinergia con il priorato di sion. Allegri e Spinazzi, entrambi eccezionali autori, hanno messo in chiaro che il lavoro di copertura per l’FBI di Elvis deve essere stato una sorta di do ut des, cosa che avviene negli ambienti dell’elite. Elvis e il priorato di sion hanno, poi, combattutto una guerra contro il satanismo dilagante di marca nazista e comunista. Ancora una volta si può dire che ci sia una guerra sotterranea tra forze del bene e del male.

Rispondi Segnala abuso
Elvisfan 8 giugno 2010 11:04

Sono d’accordo con te, Elvismania,ed aggiungo che c’è molto da scoprire sui legami esoterici e vincoli di appartenenza della star della musica e del cinema, come il caso di Elvis legato alla TCB e gran maestro del Priorato di sion dimostra.
Tanti saluti a tutti i fan di Elvis!

Rispondi Segnala abuso
Elvis Forever 9 giugno 2010 09:19

Come voi, anche io ho letto il saggio di Michele Allegri, anzi i saggi perchè li ho letti tutti. La cosa che mi meraviglia in questo ultimo è il connubio tra lo show bussinness e le società segrete che perseguono obiettivo di politica internazionali ed interna. Elvis che è stato il primo a sperimentare la potenza dei mass-media, è anche quello che li ha più subiti, vedi i pretestuosi attacchi della stampa sui presunti abusi di psicofarmaci. Dico Presunti perchè come ha ben detto Allegri in trasmissioni, nessuno è a conoscenza delle vere causa di morte del cantante.

Rispondi Segnala abuso
10 giugno 2010 22:21

BENE, ADESSO AVETE CAPITO TUTTI DA CHI PROVENGONO I MESSAGGI INNEGGIANTI A UN TAL PERSONAGGIO.

PURTROPPO, OLTRE AL FATTO CHE NESSUNO LO PRENDE SUL SERIO, HA DEI SERI PROBLEMI PSICOLOGICI E SI REALIZZA ESCLUSIVAMENTE IN QUESTA MANIERA. BASTA FARSI UN GIRO IN INTERNET PER RENDERSI CONTO CHE IL WEB E’ PIENO DI COMMENTI SIMILI, RIPORTANTI LE STESSE IDENTICHE FARNETICAZIONI.

Rispondi Segnala abuso
14 giugno 2010 14:48

AH, HO CAPITO DI CHI PARLI…DI UNO DI QUEI PSEUDO-PSYCO NEOTEMPLAR CHE CREDONO DI VIVERE NEL MEDIOEVO, CHE SI METTONO PURE MANTELLINO E BARBA FINTA E CHE FANNO LE COMPARSE A CINECITTA’. LE SIGLE LE SA SICURAMENTE BENE CHE SCRIVE SOPRA, VISTO CHE NE FA PARTE. CE N’E’ ANKE UNO CHE SI FA CHIAMARE COME UN DIAVOLO…MA E’ SOLO UN POVERO DIAVOLO…AH, AH, AH, AH

AVETE VISTO CHE RETE4 ( TRASMISSIONE TOP SECRET) HA DEDICATO PUNTATA AD ELVIS PRESLEY, AGENTE DELL’FBI E ALLA STRANA MORTE DI MICHAEL JACKSON?
ARGOMENTI VERAMENTE INTERESSANTI!!!

Rispondi Segnala abuso
The Joker 18 giugno 2010 18:28

Di Psyco-Templar ce n’è uno solo e ormai sanno tutti di chi si tratta. E’ il grande scrittore di castronerie all’amatriciana, inventore di panzane, ma soprattutto gran millantatore di un successo inesistente.
Ci fa proprio sbellicare dalle risate, con quel faccione è una vera macchietta!

Rispondi Segnala abuso
21 giugno 2010 14:53

Nuovo templare alle vongole veraci, hai chiamato Edimburgo o Malta? Ma è vero che l’elmo che hai foto ti serve per captare i super star trek templari da Alpha Galati? Che messaggi ti hanno dato gli extra-terrestri? templari?
Che risate di gioia…che ci facciamo! Ci allunghi la vita…

Rispondi Segnala abuso
Samuele 28 settembre 2011 17:12

Il libro di cui parlate è molto dettagliato riguarda alla vita di The King Elvis.

Rispondi Segnala abuso
Seguici