Il Prix Italia 2010 di nuovo a Torino

Il Prix Italia 2010 di nuovo a Torino

62esima edizione per il Pirx Italia che anche quest'anno si svolgerà a Torino, dal 19 al 24 settembre

    torino.jpg

    Il Prix Italia anche quest’anno si svolgerà a Torino dopo il successo dello scorso anno. Un sodalizio, quello tra la città piemontese e il prestigioso premio, che durerà almeno fino all’edizione 2011. La 62esima edizione del Prix Italia, premio radiotelevisivo internazionale, si svolgerà dal 19 al 24 settembre nelle sedi della Rai-Centro di produzione TV di Via Verdi 16, Palazzo della Radio di Via Verdi 31, Auditorium “Arturo Toscanini” – e nei luoghi più prestigiosi della città grazie alla collaborazione del Comune e della Provincia. Tante le novità dell’edizione 2010, già anticipate a maggio al salone del Libro di Torino, e quattro le nuove adesioni: due emittenti nazionale, La7 e Radio24 e due nuovi paesi stranieri, Egitto e Messico. Grande la soddisfazione di avere allargato i propri orizzonti e su La7 l’organizzazione è molto contenta della presenza perché le viene riconosciuto un elevato valore di contenuti soprattutto legati ai programmi di informazione, da Niente di personale e Omnibus di Antonello Piroso a Exit di Ilaria D’Amico.

    Un Premio Speciale Dicono dell’Italia dedicato alle trasmissioni che meglio hanno affrontato il tema Italia nel mondo. Quest’anno per la prima volta il pubblico potrà vedere al Teatro Gobetti tutti i programmi iscritti al premio e la settimana del festival sarà ricca di appuntamenti ed eventi speciali. La serata conclusiva con la premiazione andrà in onda su Rai Uno. Il premio, di impronta sofisticata e internazionale, non sempre è in linea con i programmi più visti o più famosi, ma ha il merito di portare la qualità delle produzioni nel mondo.

    In apertura, il 19 settembre, anteprima del film Concerto Italiano dedicato al 150° dell’Unità d’Italia per la regia di Italo Moscati. Lunedì 20 un omaggio a Peter Greenaway che vinse nel 1991 con Tv Dante e che sarà proiettato nel corso della serata.

    Il martedì 21 settembre sarà la giornata dedicata al Progetto Mediterraneo in cui verrà presentata una ricerca inedita sul Documentario, mentre la serata sarà dedicata alla proiezione del film “Piccola casa della Divina Provvidenza – S.G.B. Cottolengo – Torino” di Marina Pizzi e Ivano Balduini realizzato nell’ambito della seconda serie de “I passi del silenzio” per TV2000. In serata spazio anche per Ingmar Bergman con la prima proiezione cinematografica italiana di “Saraband” – opera vincitrice del Prix Italia nel 2004 a Catania – accompagnata dall’inedito backstage del suo “Flauto magico”, presentato fuori concorso al Prix nel 1975 a Firenze. Sempre martedì, un incontro con il maestro Roman Vlad che compose la musica per la prima edizione del Prix Italia.

    Per mercoledì 22 settembre è in scaletta il meeting internazionale Le fonti delle verità-molteplicità, affidabilità, responsabilità: la notizia oggi è un valore in sé o una merce da vendere? E come trovare un equilibrio tra le fonti d’informazione? Poi un incontro internazionale per il 40° di FERPI su “Informazione e cultura nella network society: il ruolo delle Relazioni Pubbliche”. Il programma prosegue giovedì 23 settembre con Le nuove frontiere della televisione e dei media, un incontro dalle reti a banda larga alla tv tridimensionale in collaborazione con il Politecnico di Torino e con le dimostrazioni del Centro di Ricerche della Rai.

    La serata del 23 vedrà, inoltre, un omaggio ad Isabelle Adjani con la proiezione del film The Skirt Day, vincitore della scorsa edizione nella sezione Tv Drama. Il venerdì 24 la serata conclusiva sarà trasmessa da Rai1.

    Altra novità la proclamazione dei vincitori che quest’anno avrà luogo subito dopo il dibattito pubblico delle giurie, sarà, infatti il segretario generale Giovanna Milella che annuncerà alla stampa i premi delle varie categorie, Tv, Radio e Premi Speciali. In giuria, ed è ancora una prima volta, anche gli studenti dell’Università di Torino. I ragazzi potranno esprimere il loro giudizio per i programmi in concorso nelle categorie Tv Drama e Radio Drama. Quest’anno il presidente sarà Eva Hamilton, Direttore Generale della Televisione Pubblica Svedese, che subentra a Robert Rabinovitch, giunto al termine del suo mandato biennale. Appuntamento con il Prix Italia il 19 settembre a Torino.

    759

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AttualitàProgrammi TVRaiRai 1

    Festival di Sanremo 2017

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI