Il Più Grande Spettacolo Dopo il Weekend, i video della prima puntata: l’Allegria di Fiorello tra Berlusconi, Merkel e Carla Bruni

Il Più Grande Spettacolo Dopo il Weekend, i video della prima puntata: l’Allegria di Fiorello tra Berlusconi, Merkel e Carla Bruni

I video della prima puntata di Il Più Grande Spettacolo dopo il Weekend: dalle dimissioni di Berlusconi al messaggio alla Merkel, il meglio dello show di Fiorello su RaiUno

    Fiorello non tradisce: la prima puntata de Il Più Grande Spettacolo Dopo il Weekend scivola via col sorriso sulle labbra e il piacere di vedere uno show in cui si divertono tutti, dal conduttore al direttore di RaiUno Mauro Mazza, preso di mira dallo showman, passando addirittura per il consigliere d’amministrazione più critico della Rai, Antonio Verro. E dire che si parte subito col commento alle dimissioni di Berlusconi. E Fiore approfitta della presenza in platea della Hunziker per inviare un messaggio ‘distensivo e rassicurante’ alla Merkel: Signora Merkel, quello che faceva ridere è andato via e le assicuro che lei ha un culetto piccolo piccolo. In alto la prima parte dello show.

    Fiorello apre il suo nuovo show Rai con un omaggio all’amico Mike: il suo Allegria risuona nell’immenso Teatro 5 di Cinecittà e più volte nel corso della serata ricorda Bongiorno, rispolverandone anche l’imitazione. Dopo un’iniziale sensazione di ‘spaesamento’, Fiore vince ‘l’ansia da RaiUno’ e parte sparato verso il suo show, fatto di musica e di duetti fuori dal comune. Canta Tu Vuo’ Fa’ l’Americano sulla base di An Englishman in New York in variante sicula, duetta con Giorgia su Ci son due Coccodrilli e un Orangotango, coinvolge Giuliano Sangiorgi in uno swing sulle note di I’ve Got you Under My Skin (nella versione Sinatra/Bono), batte Djokovic a una simil partita di tennis giocata con le padelle da caldarroste, sfila con Eva Riccobono, racconta la storia di Dody, Red e Toby, ovvero i Pooh, in chiave hard rock: il tutto con una naturalezza da ‘cazzeggio’ che è la carta vincente di Fiorello. Senza contare che sfodera una voce da lirica in una versione di Pensami di Julio Iglesias da brivido.

    In basso un po’ di video.









    Spunta anche l’imitazione di Luis Enrique quando scorge in prima fila Marco Borriello, che si lascia coinvolgere nell’imitazione (Ma allora non vuoi giocare proprio più, gli dice Fiore); scatta anche quella del cuoco giapponese e arriva anche la prima ninna nanna di Carla Bruni alla figlia Giulia, promessa già in conferenza stampa. E fa un po’ effetto sentire Fiorello ‘monologare’ sul suo ruolo da genitore, costretto a puntare la sveglia alle 3 di notte per andare a prendere in discoteca la figlia 18enne (figlia della moglie Susanna, in realtà) – proprio lui che è stato l’anima delle notti da villaggio vacanze – e pregare i giovani in ascolto di mandare un sms ogni ora ai propri genitori.





    I siparietti migliori restano quelli con Mazza: lo mette in croce sul cambio dei vertici post caduta Berlusconi (Direttore, ma come l’ha presa la caduta di Berlusconi?, Io bene – risponde Mazza - altri un po’ meno e Fiore che incalza: Ma il trolley dove l’ha messo? Beh, comunque lei resta, ci ho messo una buona parola…), scherza facilemente sul suo cognome, tenta disperatamente di baciarlo, per rispolverare la gag con Del Noce. Mazza non cede, ma si diverte da matti. E per restare in tema Rai, i break pubbicitari sono introdotti da mini-gag stile web in cui Fiore parodia il direttore generale Lorenza Lei (Eh, vi ho sentito, avete detto delle parolacce, ma questa è RaiUno, la rete di Don Matteo! E ancora: Chiudete ‘sta trasmissione, c’è Vespa che mi sta mantecando i maroni…).

    Il tutto nella parte cosiddetta ‘istituzionale’ del programma, in onda fino alle 23.30. Poi viene il momento della parodia di X Factor, con Baldini e Fiorello rispettivamente nella parte di Ariso e Morgano e Giulkiano Sangiorgi a fare il ‘talento incompreso’. Per finire con una versione rap dell’Inno di Mameli dedicata al Presidente Giorgio Napolitano e Giorgia in bianco e nero stile anni ’60 che canta Se Telefonando.



    Fiorello è tornato, RaiUno è tornata a fare spettacolo.

    784