Il Più Grande Spettacolo dopo il Weekend, i video dell’ultima puntata: da Alla Fiera del Premier al profilattico in Rai

Il Più Grande Spettacolo dopo il Weekend, i video dell’ultima puntata: da Alla Fiera del Premier al profilattico in Rai

I video dell'ultima puntata de #ilpiùgrandespettacolodopoilweekend (4/12/11)

da in Fiorello, Il Più Grande Spettacolo Dopo il Weekend, Video
Ultimo aggiornamento:

    Parte subito con l’attualità politica l’ultima puntata de Il Più Grande Spettacolo dopo il Weekend: Fiorello ricorda ancora Mike Bongiorno (in sala la moglie Daniela e il figlio Niccolò) e il suo Allegria e lo usa a mo’ di arma contro le lacrime (della Fornero) e il sangue che gli italiani si preparano a versare. E’ un fiume in piena Fiorello: lasciatasi alle spalle l’ansia dello share, superato lo scoglio delle critiche, libero dai giochi della Rai – ora che ha deciso che non ci sarà una quinta puntata e che per un po’ non tornerà in tv – si lascia andare e si diverte come mai in questo mese di tv. E avverte subito Vespa: Vespa, sforerò, non ti faccio andare in onda, tanto poi tu fai rivedere il programma che abbiamo fatto noi….

    Dopo l’intro di Jovanotti, che regala a Il Più Grande Spettacolo dopo il Weekend una versione riveduta e corretta della sua Il Più Grande Spettacolo dopo il Big Bang, Fiore entra subito nel merito dell’attualità politica riferndosi all’approvazione della manovra presentata oggi alle Camere: Hanno aspettato noi, hanno sempre aspettato noi: quando si è dimesso ‘lui’, subito dopo siamo venuti noi; Monti ha varato la manovra e dopo siamo venuti noi… e ora Allegria! Ci aspettano lacrime e sangue. Però un po’ se l’è presa per il fatto che Monti domani sarà ospite di Vespa: Monti non ci doveva andare da Vespa.Quello sta godendo come un riccio, si sta riscaldando, già me lo vedo. Dlin don, Dlin don, bentornata Ici, benvenuta Irpef.. E poi lo aveva già fatto qualcun altro. Ve lo ricordate? Come si chiamava? Andò da Vespa e fece un contratto con gli italiani. Ora lei, Monti, che farà? Il testamento?
    E intona Alla Fiera del Premier, quasi una perfetta sintesi del decreto salva-Italia varata dal Governo Monti.



    E poi via verso il primo monologo, con il quali prende in giro i suoi colleghi, da Frizzi a Floris (Ma ci pensate? Faceva l’animatore nei villaggi! Faceva il trenino con la Locomotiva di Guccini…), passando per la Clerici. E una primissima battuta la riserva all’immancabile Mauro Mazza: La trasmissione è andata bene, in Rai si sono salvati tanti posti di lavoro…. uno sicuramente… Mazza, hai messo via il trolley, eh!.



    Spazio quindi all’esibizione di Roberto Bolle, che danza mentre Fiorello canta All By Myself. Fiore, quindi, cerca di cimentarsi con la danza classica e costruisce con Bolle una gag sul film Il Cigno Nero. Evidentemente Fiore non è riuscito a convincere Bolle a cantare mentre lui ballava, come ‘proposto’ nella conferenza stampa di presentazione del suo show.





    Si torna ai monologhi: il cavallo di battaglia restano i ‘pischelli’, questa volta ‘indagati’ tra i 12 e i 14 anni, la fase più ‘atroce’ dell’adolescenza, quando ‘vorrebbero ma non possono’. Una sorta di ‘messaggio’ pro-genitori rivolto agli ‘aspiranti’ adolescenti. E inevitabilmente scatta anche l’appello a favore del profilattico: Ho sentito che in Rai non si può dire, ma di sicuro non è vero, quindi diciamolo tutti insieme… e coinvolge i 1600 del Teatro 5. Secondo me altro che cavallo, ci vorrebbe un enorme profilattico davanti a Viale Mazzini. E se non vi piace il nome, beh lo possiamo chiamare Salvalavitaaipischelli, dice Fiore. E il tormentone è già nato.





    Profilattico e Salvalavitaaipischelli tornano anche nel duetto con Jovanotti, uno straordinario mash-up tra Tanto, Eri Piccola e I Was Made for Loving You .

    Spazio poi a un vero ‘cazzeggio’ libero su Twilight prima di una strabiliante versione di La Mia Moto di Jovanotti in stile Massimo Ranieri sulla base di Perdere l’Amore. Un vero capolavoro, che vi proponiamo - insieme agli altri video di Jovanotti e Fiorello - nel post dedicato.

    Non poteva poi mancare un omaggio a Mike Bongiorno, ricordato non come Re dei Quiz ma come autore di canzoni: oltre alla celeberrima Amico è, meno conosciuta la sua firma su Anche un Uomo, cantata ora da Malika Ayane.



    E arriviamo così al momento clou, l’arrivo di Benigni sul palco di Fiorello: qui i video.

    Dopo la parodia di X Factor con Jovanotti, talento questa volta compreso, e una versione straordinaria de Il Cielo di Renato Zero in salsa neomelodica arriva sul palco Pippo Baudo: Fiore cerca di coinvolgerlo, di tentare la missione ‘ringiovanimento’ così riuscita con Mike, con una versione rap di Vitti ‘Na Crozza, ma l’operazione simpatia non va in porto. Baudo cerca di rubare la scena a Fiore, tenta di fare battute, ma il duetto è impietoso. Fiore cerca di riportare in Rai l’amico Baudo, che ha dato 50 anni a questa azienda, ma i tempi di Baudo sembrano davvero di un’altra era tv, soprattutto accanto a Fiore.



    In chiusura una chicca di Gegé Telesforo, un saluto a Lamberto Sposini (So che ci stai guardando dalla Svizzera, lo so che ti stiamo facendo ridere, dice Fiore che poco prima ha salutato anche Milly Carlucci in platea) e un’ultima canzone, Breve Amore di Mina portata al successo da Alberto Sordi. Un modo per salutare la tv, sebbene con un pizzico di emozione. Esce dallo studio accompagnato dal bianco e nero e lo restituisce idealmente a Federico Fellini.
    Ultimo atto anche per Giorgia, che dedica la sua ultima sigla a Amy Winehouse con Love Is a Losing Game. Che sia un riferimento all’amore per la tv di Fiore, tradito dalle ingiuste critiche rivoltegli?



    La puntata finisce quasi alle 00.15: Fiore sfora, come promesso in apertura a Vespa, e lascia molta tristezza in giro, soprattutto nei corridoi di Viale Mazzini. Beh, per testimoniarlo vi lasciamo con l’ultimo omaggio di Fiore a Lorenza Lei.



    Piccola appendice: dopo il promo di Porta a Porta, destinato a partire con mezz’ora di ritardo, scatta il best of della puntata, vista anche nella seconda puntata. Si ripercorre il meglio dell’ultima puntata, con l’esibizione dei Cluster, gruppo vocale noto ai fans di X Factor, prevista in puntata ma che immaginiamo ‘tagliata’ dalla scaletta per questioni di tempo e recuperata in ‘appendice’ con un breve medley dei successi natalizi. Fiore ha sempre qualcosa da offrire.

    1293

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN FiorelloIl Più Grande Spettacolo Dopo il WeekendVideo