Il peccato e la vergogna 2, Gabriel Garko: ‘Sono perseguitato dalle fan’ [FOTO]

Gabriel Garko, star de Il peccato e la vergogna 2, si confessa al Corsera: 'Cattivo per fiction, tormentato dalle fan'

da , il

    Cattivo per fiction, vittima di stalker nella realtà: è la sorte che spetta al povero Gabriel Garko (attualmente in tv nel ruolo del cattivissimo Nito ne Il peccato e la vergogna 2) amato da moltissimi fan, che a volte scelgono metodi estremi per dimostrare il loro affetto; non ci credete? Continuate a leggere dopo il salto!

    Intervistato dal Corriere della Sera un paio di giorni fa, Gabriel Garko racconta il lato ‘oscuro’ dell’essere famoso; tra i primi episodi segnalati, il sabotaggio dell’auto:

    ‘Uno dei primi episodi risale a molto tempo fa, stavo guidando di sera, stavo andando vicino Napoli per lavoro e a un certo punto andò in tilt l’impianto elettrico: si spensero tutte le luci e, siccome proprio in quel momento ero su una curva, non potendo più vedere assolutamente niente, andai fuori strada: per fortuna riportai solo qualche contusione, niente di grave. Pensai ad un guasto, si scoprì che l’impianto era stato messo fuori uso’.

    Non mancano lettere anonime, scritte addirittura con le lettere ritagliate dai giornali:

    ‘All’inizio non mi arrivavano a casa, poi una sera tardi rientro a casa, varco il cancello della mia abitazione e all’improvviso degli uomini armati di pale cominciano a battere sugli sportelli, sui vetri per tirarmi fuori. La prima botta era talmente forte che ho pensato a uno sparo di pistola (…) I vetri non si sono spaccati perché ho l’abitudine di farli oscurare con una pellicola che evidentemente ha tenuto insieme i pezzi. Sono andato dai carabinieri, ma quando siamo tornati a casa,gli aggressori erano fuggiti, lasciando sul campo una delle pale di cui si erano armati’.

    Non è chiaro se si trattò di un tentativo di sequestro e/o rapina, ma dopo un periodo passato sotto il controllo di guardie del corpo, Garko ha detto basta: ‘Volevo tornare ad appropriarmi della mia vita‘, confessa l’attore, che continua comunque ad essere perseguitato, soprattutto dalle donne:

    ‘Una mi perseguitava perché voleva un figlio da me e un’altra, una russa, mi ha pedinato fino a poco tempo fa e lo sa perché? Si è fissata che vuole il mio sperma! Roba da malattia mentale!’.

    Conseguenze dell’essere famoso, anche se Garko rivela che la sua vita privata è in realtà… molto privata:

    ‘Non esco mai la sera, non frequento discoteche, locali alla moda o luoghi facili al gossip, insomma ho cercato di creare una cortina di silenzio intorno a me, per tacitare tutti i clamori che derivano dalle mie apparizioni in tv o al cinema: non voglio che la mia vita privata si confonda con i personaggi che interpreto e viceversa’.