Il peccato e la vergogna 2, critiche dal Moige: ‘Via la storyline del bambino psicopatico’

Il peccato e la vergogna 2, critiche dal Moige: ‘Via la storyline del bambino psicopatico’

Il peccato e la vergogna 2, critiche dal Moige: ‘Via la storyline del bambino psicopatico’

da in Canale 5, Fiction italiane, il-peccato-e-la-vergogna, Moige
Ultimo aggiornamento:

    Il peccato e la vergogna 2 Giulio

    Il peccato e la vergogna 2 finisce nel mirino del Moige, per colpa della storyline che vede protagonisti i due figli della protagonista interpretata da Manuela Arcuri: Giulio, il più grande, che tenta di uccidere, per gelosia secondo la fiction, per ben due volte il fratello neonato. Detto che crediamo che nessun bambino si metta davanti alla tv per vedere lo show con protagonista Gabriel Garko, la nota del Moige sottolinea ‘l’alto rischio di emulazione per scene trasmesse in prima serata‘ da Canale 5.

    Il Moige punta i riflettori sulle puntate del 13 e 14 gennaio: nel primo caso, Giulio, figlio di Carmen (Manuela Arcuri) e di Giancarlo (Francesco Testi), tenta di uccidere il fratello – che Carmen ha avuto dopo gli abusi di Nito/Gabriel Garko – con un ferro da stiro, nel secondo, mosso da gelosia (‘come giustificano, a torto, i personaggi della fiction; si tratta invece di istinti omicidi‘), Giulio incendia la culla del neonato.

    Il fratello maggiore viene sgridato in entrambi i casi, ma non è escluso che potrebbe riprovarci, se è vero che nella premiere de Il peccato e la vergogna 2 lo vediamo fare le prove usando due bambolotti. Ma il Moige – anche a seguito di numerose segnalazioni telefoniche e via facebook – è pronto a far sentire la sua voce (Continua dopo la gallery):

    ‘Denunciamo Canale 5 per Il peccato e la vergogna 2. Grave che un bambino reciti il ruolo di un sociopatico che tenta due volte di uccidere il fratellino neonato. Alto rischio di emulazione per scene trasmesse in prima serata’.

    Per il Movimento Italiano Genitori:

    ‘Premesso che, in generale, la fiction appare un prodotto sciatto, con ricostruzioni approssimative, a scandalizzarci è l’aver fatto interpretare il ruolo di un sociopatico a un minore.

    Nella puntata in onda lunedì 13, il bambino in questione tentava di uccidere il fratellino con un ferro da stiro; in quella di ieri sera, lo stesso, mosso più che da gelosia – come giustificano, a torto, i personaggi della fiction – da istinti omicidi, dava fuoco alla culla del piccolino. Tutto questo, durante un programma di prima serata, in una fascia oraria in cui i bambini di ogni età si ritrovano a guardare la Tv, inconsapevoli di ciò che li attende nello schermo’.

    E detto che rimane da capire quale genitore farebbe vedere una fiction abbastanza ‘cruda’ ai suoi figli, il Moige sottolinea come:

    ‘Il rischio di emulazione è fortissimo, non è possibile far interpretare scene così drammatiche proprio a un bambino. Abbiamo denunciato al Comitato Media e Minori le puntate incriminate, anche per dare seguito alle numerose proteste che ci sono arrivate in merito a questa fiction. Auspichiamo, quindi, provvedimenti adeguati da parte dei vertici Mediaset affinché, una volta per tutte, venga rispettato il Codice di autoregolamentazione Tv e minori’.

    575

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Canale 5Fiction italianeil-peccato-e-la-vergognaMoige