‘Il meglio d’Italia’, Enrico Brignano su Rai 1 con il suo one man show (sanremese?)

‘Il meglio d’Italia’, Enrico Brignano su Rai 1 con il suo one man show (sanremese?)

'Il meglio d'Italia', Enrico Brignano su Rai 1 con il suo one man show (sanremese?)

    Vabbè che sarà ospite del Festival di Sanremo 2014 (venerdì), ma ‘Il meglio d’Italia‘, nuovo one man show di Enrico Brignano in onda su Rai 1 dal 28 febbraio alle 21.10, sembra una riedizione della kermesse sanremese, tra ‘il Bel Paese che tutti ci invidiano e che forse abbiamo dimenticato‘ e 23 musicisti, diretti dal Maestro Federico Capranica e da 12 ballerini con coreografie di Bill Goodson. Sarà così? Appuntamento per quattro serate dalla settimana prossima, ogni venerdì in prima serata.

    Uno show patriottico ma dai toni leggeri: è questo quello che Enrico Brignano proporrà dal 28 febbraio su Rai 1 con “Il Meglio d’Italia“, che lo ha già visto riempire i teatri da Nord a Sud del paese (e che è anche il titolo di un libro): quello del comico, conferma il direttore dell’ammiraglia Rai Giancarlo Leone interpellato dall’ANSA, “sarà il prossimo varietà di punta della rete, dopo ‘Sogno e son desto’. L’esperimento Massimo Ranieri è sicuramente riuscito“. Spiega Brignano:

    È la prima volta che in Rai conduco quattro puntate diciamo “monografiche”. Finora in tv ho fatto esperienze fortunatissime a Canale 5. In Mediaset, però, non c’era quest’anno un programma adatto a me, mentre la Rai aveva questo piccolo progetto che sta diventando realtà: uno show che nasce dal mio spettacolo teatrale “Il meglio d’Italia”, diventato da poco anche un libro”.

    Ieri sera, durante la prima serata del Festival di Sanremo 2014, sono stati lanciati i primi spot con due anziane signore che dicono ‘tivì’ e gli dicono che in tv sembra più sveglio che dal vivo; proprio a Sanremo, tra qualche giorno, Brignano promuoverà il suo show, fatto di orchestra, musica e comicità, non dimenticando di parlare di storia, patrimonio artistico, inteso dalla musica alla letteratura, dalla cucina alla moda, passando per lo sport e per l’attualità. Dice Brignano:

    “Fabio Fazio mi ha chiesto di andare a Sanremo per promuovere il mio show ma soprattutto perché, in occasione dei 60 anni della televisione italiana, voleva che facessi un omaggio alla bella tv di allora, quella in bianco e nero”.

    Il conduttore, secondo le anticipazioni, “esorterà il pubblico a ricercare le ragioni per le quali essere Italiani è ancora motivo di vanto agli occhi di tutto il mondo. La scena rappresenterà una sorta di magazzino-deposito di un ipotetico museo, in cui Enrico Brignano si muoverà tra preziosi reperti d’arte e casse con i loro misteriosi contenuti, metafora dei tanti tesori italiani sparsi sul nostro territorio“. Come riporta Gossipday:

    Abbiamo tante eccellenze, dall’arte alle automobili, dalla moda al cibo. E molti record: il maggior numero di auto blu a disposizione dei nostri politici, il Quirinale che costa più della Casa Bianca. E poi certi imbecilli si trovano soltanto qui!

    Tra canzoni (23 i musicisti, diretti dal maestro Federico Capranica; più dodici ballerini con coreografie di Bill Goodson), monologhi e gag, da solo o spalleggiato da ospiti e amici, Brignano racconterà la sua Italia e aiuterà con ironia e umorismo ad apprezzarla e a risvegliare l’orgoglio di vivere nel nostro Paese. ‘Spalla’ del comico, chiamato a fare picchi d’ascolto in versione ‘primo cantante’, per 3-4 ore, e non solo con ospitate in programmi altrui, ci sarà Liz Solari, attrice argentina, cui Brignano spiegherà l’italianità nele sue varie accezioni:

    Liz canterà, ballerà e… parlerà: in Argentina ha partecipato a tante edizioni di ‘Ballando con le stelle’. Cercheremo anche di darle la nazionalità italiana a tutti gli effetti insegnandole, per esempio, come parcheggiare in doppia fila

    E non mancheranno ospiti vari, rivelati a TV, Sorrisi e Canzoni.

    “Il programma sarà diviso per ospiti. Ce ne saranno quattro o cinque a serata: cantanti, grandi artisti, attori, ma anche chef, artigiani, inventori, disegnatori, musicisti. Ognuno interagirà con me, giocherà o duetterà, e in certi casi avrà anche un suo momento. Ci saranno Giorgia, Gigi Proietti, Pippo Baudo, Renzo Arbore, Giancarlo Giannini e Laura Pausini. Laura è venuta a vedermi a teatro in “Rugantino” e ha accettato con entusiasmo di essere ospite nel mio programma. Anch’io canterò: ci sarà un’orchestra che suonerà dal vivo e anche un balletto”.

    774