Il Mago Zurlì si candida alla presidenza Rai: ‘Topo Gigio mi farà da vice’

Il Mago Zurlì si candida alla presidenza Rai: ‘Topo Gigio mi farà da vice’

Cino Tortorella, alias il Mago Zurlì, si candida alla presidenza della Rai

    Il Mago Zurlì si candida alla presidenza della Rai e a detta di Cino Tortorella ‘non si tratta di uno scherzo, la mia proposta è serissima‘. Classe 1927, Tortorella ha presentato per più di un secolo lo Zecchino d’Oro e ha presentato la sua candidatura in un’intervista al Corriere della Sera. Come vice Tortorella chiama un suo vecchio amico: il pupazzo creato da Maria Perego, Topo Gigio. Se avanza Tortorella, un altro ha deciso di far cadere la sua proposta di dirigente della Rai. Pierluigi Battista ha deciso di rinunciare alla carica e ha giustificato la sua scelta su Twitter: ‘L’epopea della mia candidatura a dg Rai alternativa a Santoro si ferma drammaticamente qui‘.

    La candidatura, come prassi, sarà inviata al presidente del governo Mario Monti e viene dopo l’altra autocandidatura di Michele Santoro e Carlo Freccero: ‘Egregio presidente Monti, avendo letto la proposta di autocandidatura di Michele Santoro e di Carlo Freccero alla direzione generale e alla presidenza della Rai, ho pensato, forse con un po’ di presunzione, che anch’io potrei avere qualche motivo per avanzare la stessa richiesta. Ho perciò stilato il curriculum che le allego con la speranza di avere qualche probabilità di essere preso in considerazione‘. Cino Tortorella ha un curriculum di tutto rispetto: ha scritto come autore numerosi programmi televisivi condotti da Enzo Tortora e ha vestito il mantello blu di Mago Zurlì per più di cinquant’anni ha presentato lo Zecchino d’Oro, kermesse canora amatissima da grandi e piccini che ha ideato.

    A Mario Monti, Tortorella ha anche indicato il nome di un collaboratore: Topo Gigio. Anche il roditore timidissimo, ideato da Maria Perego, ha un curriculum da far impallidire altri pretendenti al suo ambito posto: ‘Gigio è entrato nel mondo dello spettacolo nel lontano 1959, due anni dopo il sottoscritto, ha partecipato a migliaia di spettacoli in tv e a teatro‘. Vi starete chiedendo se si tratta di uno scherzo, ma per fornire maggiore interesse alla candidatura Tortorella ha assicurato il premier Monti che non vogliono nessun compenso per dirigere viale Mazzini: lui e Topo Gigio metteranno a disposizione la loro pluriennale esperienza in campo televisivo a titolo completamente gratuito.

    Sia chiaro che il Mago Zurlì non si mette sullo stesso piano di Michele Santoro, ma assicura di aver ‘realizzato programmi molto più gradevoli e intelligenti di quelli di Freccero‘. Alla base della sua candidatura c’è l’obiettivo di ‘ridare alle famiglie italiane la Tv dei Ragazzi indecentemente cancellata dalla programmazione Rai‘. Un punto a favore per l’ipotetica presidenza di Tortorella visto che ormai è scomparsa dai palinsesti della Rai la tv dedicata ai più giovani, tanti anni fa fiore all’occhiello di viale Mazzini. In chiusura però un’altra frecciatina a Carlo Freccero: ‘Se la mia proposta non verrà presa in considerazione non farò lo sciopero della fame, come minacciato da Freccero, poiché considero troppo importante mangiare. E mangiare bene‘. E da esperto di gastronomia, Tortorella saprà di ciò che parla.

    565

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Rai

    Festival di Sanremo 2017

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI