Il Grande Fratello 8 congiura contro la famiglia Orlando

Il Grande Fratello 8 congiura contro la famiglia Orlando: esce Domenico, in nomination Fabio, Giuseppe e Alì

da , il

    I primi nominati per l'eliminazione

    Prima eliminazione ieri sera: il pubblico ha deciso di cacciar fuori dalla casa del Grande Fratello 8 Domenico Orlando, al televoto con i fratelli Giuseppe e Fabio. Un modo sicuro per indebolire la famiglia e ridurne il peso nelle strategie di voto. Non solo, ma ha poi premiato con l’immunità i genitori, facendo sì che non potessero essere votati e non votassero. Risultato? Sono di nuovo in nomination i due figli “superstiti”. Se non è accanimento questo. Puntata “animata” dalla drammatica scelta di Thiago, uscire e raggiungere la mogliettina che sta male senza di lui (e che però sarebbe entrata al suo posto) o restare? Ha scelto di restare in gioco.

    Andiamo con ordine, necessario per non perdersi nei mille rivoli di un gioco ancora troppo frequentato per essere interessante. Troppi concorrenti, anche se è chiara la formazione di almeno due gruppi, chi sta con la famiglia Orlando e chi vi si oppone. Da una parte coloro che hanno risolto le proprie turbe adolescenziali – e che quindi non si sentono oppressi dal “controllo parentale” messo in atto dai “genitori” Filippo e Carmela - e che non temono la loro supremazia numerica, sentendosi invece consolati da una figura rassicurante. Dall’altra invece il resto della combriccola. Basandoci sulle nomination di ieri potremmo dire che la fazione anti Orlando è composta da Raffaella, Alice, Andrea, Lina, Alì, GianFilippo e Christine, che a vario titolo e con varie motivazioni hanno votato almeno uno dei membri della famiglia disponibili per la nomination (e non immuni). Le più intransigenti appaiono Raffaella, la 19enne riccia e mora che non si aspettava forse di trovare dei genitori anche al GF, delusa di non poter votare Carmela e Filippo, e Lina, che precisa di non avere nulla contro la famiglia ma poi le rifila ben due nomination.

    In poche parole vanno in nomination i due figli Orlando e Alì, accusato un po’ da tutti di stare troppo in disparte e di avere degli atteggiamenti troppo scorbutici. Ma il peggior nemico della famiglia siciliana è proprio il Grande Fratello che prima toglie loro un figlio poi neutralizza i genitori, impedendo loro di votare, con il risultato di lasciare in pasto al pubblico un altro membro degli Orlando. Alì, del resto, ha già superato un televoto, sarebbe quindi plausibile che i voti degli italiani si concentrino su Fabio o su Giuseppe.

    Chi si mantiene un po’ più lontano dagli schieramenti, pur simpatizzando per la famiglia verso cui nutrono comunque stima e rispetto, sono Silvia e Roberto, protagonisti di una storyline tutta loro. E’ stata proprio la loro chiacchierata a far emergere il passato di Silvia e si pensava che tra i due fosse nata una certa complicità, considerato anche il modo, apparentemente delicato, con cui Roberto aveva affrontato l’argomento. E invece ieri sera, all’atto delle nomination, la sorpresa: Roberto nomina Silvia, motivando tale scelta con l’impossibilità di sfoderare con lei le sue armi da seduttore. Insomma, in barba a tutti i ragionamenti fatti, la sensazione è che per lui Silvia resti un uomo, e tanti saluti ai discorsi sulla trasformazione, sull’esigenza di cambiar sesso perchè non rispondente alla sua interiorità etc etc. In più la motivazione di Roberto è apparsa troppo narcisistica ed egoista, per cui qualche punto, lui che era risultato il preferito nel televoto di riscaldamento” lanciato la scorsa settimana, l’avrà perso. E’ anche vero, però, che la sua reazione confusa e destabilizzata, lui che credeva di avere il mondo in mano con tutte le sue sfumature dall’alto della sua brillante e sperienza di vita, rientra nell’”umano, troppo umano“.

    Vedremo quali dinamiche ci saranno nella casa in questa nuova settimana che li vedrà ancora tutti ospiti del camping e alle prese con la ristrutturazione, questa volta, di un intero appartamento e non di un bilocale. I 18 concorrenti, infatti, dovranno mettere a punto il grande appartamento che li ospiterà, ad eccezione della famiglia Orlando che ieri ha già avuto modo di vedere da vicino il proprio nido. Altra settimana di passione, quindi, con soli 270 euro di budget settimanale, davvero una miseria che mette tutti a rischio “dieta forzata” (fame ci sembra una parola grossa).

    Ma veniamo al giallo della settimana, la questione Thiago e Benedetta. Chi ha seguito le nostre blogcronache saprà che si tratta della coppia di sposini candidata all’ingresso in casa e poi fatta scoppiare la settimana scorsa dal Grande Fratello che ha imposto ad uno solo dei membri di diventare concorrente. Evento accolto con sconcerto da parte soprattutto di Thiago, il marito, un bel 26enne brasiliano, mentre la moglie Benedetta, 32 anni, sfoderava il classico piglio mediterraneo decidendo di farsi da parte e di regalare al maritino il sogno che aveva sempre coltivato. Ebbene, dopo una settimana il Grande Fratello decide di rimettere il dito tra moglie e marito: Alessia annuncia che il GF ha deciso di sottoporre Thiago ad una scelta difficile. Partono le immagini di un videomessaggio in cui Benedetta, in lacrime, fa capire che la sua vita senza di lui non ha senso, che è un inferno e non si merita questo: sta male, vuole riabbracciarlo. Uhm, primo dubbio: se “il Grande Fratello ha deciso” vuol dire che l’iniziativa non è partita da Benedetta ma dagli autori. Quindi sale subito la sensazione di una recita di bassa lega. Thiago è imbambolato, non sa che fare, combattutto tra il sogno di fama e denaro – tanto utili alla famiglia – e il grido di aiuto della moglie, che però è fuori dalla porta rossa e aspetta la decisione del marito. Se lui uscirà entrerà lei, le dice Alessia, e lei non batte ciglio: le due “comari” fanno credere che Benedetta non ne sapesse nulla, tanto è vero che all’annuncio di Alessia lei risponde con “mi aspettavo questa mossa dal GF”. Ma come? Se lui sta dentro ne senti la mancanza e cerchi di farlo uscire e se invece entri tu tutto a posto, la mancanza non si sente più? Come minimo avrebbe dovuto ribellarsi a tale opzione e invece, fresca come un quarto di pollo (per dirla alla Montalbano) aspetta la decisione del marito e poi si allontana mesta alla sua scelta di non uscire, visto che per lei le porte del Grande Fratello restano chiuse? No, questa storia non torna e l’abbiamo detto anche ieri sera: puzza di recita mal organizzata peraltro. Il reality non è realtà, lo ripetiamo, ma ha bisogno di una buona scrittura autoriale, è fondamentale. Qui invece siamo davvero a livello di telenovelas brasiliane e di infimo ordine.

    Se gli autori non cambiano registro questa edizione del GF passerà alla storia come la più raffazzonata accozzaglia di “casi umani” montati ad hoc fatti passare per uno spaccato di vita vissuta. Occhio Grande Fratello, il pubblico ti osserva.