Il Giovane Montalbano su RaiUno dal 23 febbraio (contro il GF); il promo promette bene (video)

Il Giovane Montalbano su RaiUno dal 23 febbraio (contro il GF); il promo promette bene (video)

Il Giovane Montalbano promette bene: il video del promo della nuova fiction di RaiUno in onda da giovedì 23 febbraio

da in Commissario Montalbano, Fiction italiane, Rai, Rai 1, Video, Il Giovane Montalbano
Ultimo aggiornamento:

    Dopo Sanremo 2012, RaiUno si prepara ad accogliere un nuovo grande evento tv, questa volta fictional: debutterà giovedì 23 febbraio, infatti, Il Giovane Montalbano, prequel del fortunato ciclo di trasposizioni dei romanzi di Andrea Camilleri portato al successo da una sceneggiatura pregevole e da un cast di qualità capitanato da Luca Zingaretti. Prodotto dalla Palomar, il prequel mostra da subito un grande pregio: si serve delle stesse location della ‘serie maggiore’, elemento imprescindibile non solo per non spezzare il filo ‘emotivo e narrativo’ che lega il pubblico tv al Montalbano maturo, ma anche per garantire che non si tratta di una mera operazione commerciale.

    Sei le puntate previste per Il Giovane Montalbano: La prima indagine di Montalbano, Capodanno, Ritorno alle origini, Ferito a morte, Il terzo segreto e Sette lunedì i titoli scelti (o meglio tratti direttamente dai racconti trasposti) per il ciclo di film tv da 100′ ciascuno che andrà in onda da giovedì febbraio 2012. Una collocazione diversa da quella solitamente riservata al commissario, in onda per lo più al lunedì, ma che potrebbe manifestare da un lato l’intenzione della fiction Rai di restare padrona assoluta dell’Auditel del giovedì sera, dopo i successi di Don Matteo e Che Dio ci Aiuti, e soprattutto di dare fastidio al Grande Fratello 12 (al giovedì dal 23 febbraio) dopo aver ‘massacrato’ il GF l’anno scorso con il ciclo ‘regolare’ de Il Commissario Montalbano. L’ipotesi di un ritorno dell’Isola dei Famosi 9 al mercoledì si fa sempre più probabile.

    Già in onda i promo, che a dire il vero promettono davvero bene. Se i fedelissimi fans del ‘maturo’ commissario temevano di trovarsi di fronte a un ‘mistificatore’, beh potranno rassicurarsi: da quel che si vede, Il Giovane Montalbano promette di seguire ‘fedelmente’ la crescita professionale, emotiva, sentimentale del testardo, ma sveglio Salvo, come del resto hanno fatto soprattutto i primi cicli traspositivi dei romanzi di Camilleri.

    Gli inizi, come spesso capita, non sono facili: accudito come un figlio dal commissario Libero Sanfilippo, la ‘carriera’ di Montalbano prende il via in quel di Mascalippa, piccolo centro dell’interno montuoso della Sicilia, che sembra aver dimenticato di irradiare quelle valli del suo caldo e luminoso sole. Una sofferenza per il vicecommissario Montalbano, che sogna il mare e il suo profumo e che ottiene un ‘commissariato’ tutto suo grazie all’intervento – non richiesto – della sua fidanzata. Livia è ‘alle porte’ e assume qui il volto angelico di Sarah Felberbaum, ma almeno all’inizio, il cuore di ‘Salvuccio’ appartiene a una bella mora di nome Mery (Katia Greco).

    I protagonisti sono evidentemente ‘costretti’ a cambiare: ve lo immaginate uno Zingaretti truccato da ventenne? Già abbiamo avuto un sussulto nel vederlo travestito da frate ciociaro.

    Se i ‘puristi’ aspettano al varco Michele Riondino nei panni del commissario, sarà però interessante vedere come sono da giovani Mimì Augello (qui interpretato da Alessio Vassallo), il (pre) ispettore Fazio (Beniamino Marcone) e capire come si inserisce nella storia il personaggio del padre di Fazio (Andrea Tidona), inedito nei racconti di Camilleri, ma già narrativamente introdotto nell’episodio La Danza del Gabbiano. Nel cast anche Adriano Chiaramida, già visto ne La Voce del Violino nel ruolo del capo della Mobile, il commissario Panzacchi, e Fabrizio Pizzuto nel ruolo di Giorgio Cumella, compagno di scuola che il commissario rincontra ne La Luna di Carta ormai direttore di banca.

    I luoghi di Montalbano restano gli stessi: la piazza, il commissariato, la chiesa, la stessa casa di Marinella – sogno realizzato del giovane commissario – fanno capolino in questa nuova fiction, che s’impegna così a ‘restituire’ al pubblico le atmosfere che hanno reso capolavori i romanzi e il film tv di Montalbano.

    La continuità è tutta nelle mani della produzione, la Palomar, e nella sceneggiatura curata dal gruppo storico, ‘supervisionato’ dallo stesso Camilleri e composto da Francesco Bruni, Salvatore De Mola, Chiara Laudani e Leonardo Marini. Cambia la regia: Gianluca Maria Tavarelli prende il posto di Alberto Sironi, fedele invece al ‘maturo’ Montalbano, che tornerà (si spera presto) sul set per il nuovo ciclo di quattro appuntamenti che dovrebbe arrivare su RaiUno nel 2013. Nel frattempo diamoci ai ‘giovani’…

    771

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Commissario MontalbanoFiction italianeRaiRai 1VideoIl Giovane Montalbano