Il figlio della luna premiato a Montecarlo e a Shangai

Il figlio della luna premiato a Montecarlo e a Shangai

La fiction italiana vince a Montecarlo e Shangai con Il Figlio della Luna interpretato da Lunetta Savino e andato in onda RaiUno

    Se il cinema italiano (Tarantino dixit) lascia a desiderare, le fiction (sempre italiane) mietono successi.

    La fiction “Il figlio della luna” ha infatti ricevuto il “Premio Speciale Amade” nel corso della cerimonia finale del quarantasettesimo Festival Internazionale della Televisione di Montecarlo. A ritirare il riconoscimento Lunetta Savino e Paolo Briguglia. E sempre “Il figlio della luna” ha ricevuto nel corso del tredicesimo Festival internazionale di Shanghai il premio per la miglior regia televisiva a Gianfranco Albano.

    Il figlio della luna” – andato in onda su RaiUno a febbraio, scritto (con la collaborazione di Lucia Frisone) da Paola Pascolini e Mauro Caporiccio – racconta la storia di Lucia Frisone (interpretata dalla Savino), madre che ha lottato affinché il figlio Fulvio – interpretato da Paolo Briguglia e Alessandro Morace, tetraplegico dalla nascita, crescesse e studiasse come i suoi coetanei, fino a diventare fisico nucleare: dal 1995 Fulvio Frisone lavora infatti all’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare dell’Università di Catania e per studiare e disegnare adopera una sorta di casco dal quale pende un sottile braccio meccanico.
    Sempre a Shangai, inoltre, la Rai ha vinto il secondo premio (Magnolia d’argento) con “Giovanni Falcone”, in corsa nella categoria “film televisivi”.

    259

    Festival di Sanremo 2017

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI