Il Divo e Gomorra premiati a Cannes 2008 (video e fotogallery)

Il Divo e Gomorra premiati a Cannes 2008 (video e fotogallery)

Il Divo di Paolo Sorrentino e Gomorra di Matteo Garrone premiati a Cannes: i trailer dei film e i video dei registi dopo la vittoria

da in Attualità, Film, Cinema, Festival-internazionale-del-film-di-Cannes, matteo-garrone, premi
Ultimo aggiornamento:

    Il cinema italiano esulta per i premi assegnati dal 61mo Festival del Cinema di Cannes a Il Divo di Paolo Sorrentino, che porta a casa il Premio della Giuria, e a Gomorra di Matteo Garrone, che conquista il Grand Prix. Doppietta per Toni Servillo, interprete di entrambe i film. Piena soddisfazione del Presidente Giorgio Napolitano, che vede in questi riconoscimenti un incoraggiamento per la rinascita del grande cinema italiano.

    Due film italiani sicuramente impegnati quelli presentati in concorso a Cannes, come ha riconosciuto lo stesso Sean Penn, presidente della Giuria, che aveva esplicitamente dichiarato, qualche giorno fa, che il Festival avrebbe premiato “autori coscienti del mondo che li circonda”, volendosi, così, differenziare dal glamour degli Oscar.

    Il Divo traccia un ritratto di Giulio Andreotti e con lui di sessant’anni di storia politica e di misteri italiani, mentre Gomorra, tratto dall’omonimo libro di Roberto Saviano, dipinge, dal basso, uno squarcio di vita nel difficile mondo di Scampia e Secondigliano, dominate dalla cultura della Camorra.
    Il Divo di Paolo Sorrentino ha vinto anche il premio per i valori tecnici assegnato dalla giuria della commissione tecnica dell’immagine e del suono: il prix Vulcain è andato, infatti, a Luca Bigazzi e a Angelo Raguseo per l’armonia dell’immagine e del suono nel film.

    Erano anni che l’Italia non segnava una doppietta a Cannes: bisogna risalire al 1972, alla Palma d’Oro ex aequo per Il caso Mattei di Francesco Rosi e La classe operaia va in paradiso di Elio Petri. L’ultimo premio alzato in aria al Palais du Cinéma fu il trofeo della sezione Un Certain Regard assegnato a La Meglio Gioventù, nel 2003, che seguì un’altra Palma d’Oro, quella di Nanni Moretti per La stanza del figlio nel 2001.

    La notizia ha immediatamente scaldato il cuore dei cineasti e delle autorità italiane: come detto, il Presidente della Repubblica ha immediatamente manifestato il proprio entusiasmo con una nota nella quale ha dichiarato che “Il riconoscimento a entrambi i film costituisce un successo straordinario che premia e incoraggia tutti coloro che fanno cinema in Italia”.
    Subitanea anche la reazione del neo Ministro alla Cultura Sandro Bondi: “La presenza nella selezione di quattro film italiani è stata già una vittoria morale. Ma Il premio della critica a Sanguepazzo di Marco Tullio Giordana, il Gran Premio della giuria a Gomorra di Matteo Garrone, il Premio della giuria a Il Divo di Paolo Sorrentino, l’accoglienza calorosa ricevuta da Il resto della notte presentato da Francesco Munzi alla Quinzaine hanno trasformato quella vittoria morale in un successo concreto di cui andare legittimamente orgogliosi”.
    Gli ha fatto eco l’ex ministro, Francesco Rutelli, che non ha mancato di apporre la propria firma al successo italiano: “”Era da molti anni che non si affermavano a Cannes film finanziati dal Ministero dei Beni Culturali e questa è la più eloquente delle risposte a chi ha inteso portare negli ultimi tempi una polemica contro il finanziamento selettivo ai film di qualità”.

    La solita corsa politica all’affermazione dei propri meriti si stempera nella gioia di Sergio Castellitto, membro della giuria del 61° Festival di Cannes che ha esultato per i risultati conseguiti dalla rappresentanza italiana, come racconta il Tgcom. “Fin dall’inizio ho sentito questi due film gemelli, tanto diversi quanto complementari, due bambini cresciuti nello stesso ventre. Hanno in comune un grande tema, ovvero cosa si nasconde dietro la faccia urbana, civile, occidentale, di una democrazia.

    E’ facile parlare di una dittatura, di un paese in via di sviluppo; ma altra cosa è affrontare il volto controverso di una realtà europea in cui la verità supera perfino ciò che si racconta. Questo hanno fatto, con i loro film, con stili diversi, Garrone e Sorrentino, sicché c’è un terzo premio da considerare che va alla cinematografia italiana di oggi nel suo insieme. La stessa che un anno fa era data qui sulla Croisette come agonizzante, se non già morta, perché non avevamo un film in concorso”.

    In basso le dichiarazioni dei registi vincitori, nell’ordine Paolo Sorrentino e Matteo Garrone.

    In basso il servizio di Corriere.tv che sintetizza il Palmares di Cannes 2008, che potrete consultare subito dopo.

    Tutti i premi di Cannes 2008, 61ma edizione del Festival del Cinema

    • Palma d’oro: Entre les murs di Laurent Cantet (Francia);
    • Grand Prix: Gomorra di Matteo Garrone;
    • Premi Speciali alla Carriera: Catherine Deneuve per Un Conte de Noel di Arnaud Desplechin, e Clint Eastwood, regista di The Exchange;
    • Sceneggiatura: Jean-Pierre e Luc Dardenne per Il silenzio di Lorna;
    • Regia: Le tre scimmie di Nuri Bilge Ceylan
    • Miglior Attore: Benicio Del Toro per Che di Steve Soderbergh;
    • Miglior Attrice: Sandra Corveloni per Linha de passe di Walter Salles e Daniela Thomas;
    • Premio della Giuria: Il divo di Paolo Sorrentino;
    • Camera d’Oro per la migliore opera prima: Hunger di Steve McQueen (Un certain regard);
    • Menzione speciale per la Camera d’Oro: Everybody dies but me di Valeria Gaia Germanica (Settimana della critica);
    • Palma d’Oro per il miglior cortometraggio: Megatron di Marian Crisan ;
    • Menzione speciale per i cortometraggi: Jerrycan di Julius;
    • Primo Premio sezione Un Certain Regard: Tulpan di Sergey Dvortsevoy;
    • Premio della Giuria sezione Un Certain Regard: Tokyo Sonata di Kurosawa Kiyoshi.

    In basso i trailer dei film vincitori, e una sequenza tagliata del Il Divo, nei cinema il prossimo 28 maggio.

    La sequenza tagliata de Il Divo di Paolo Sorrentino

    Il trailer de Il Divo

    Il trailer di Gomorra di Matteo Garrone

    Ai vincitori vanno ovviamente i nostri migliori auguri.

    1558

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AttualitàFilmCinemaFestival-internazionale-del-film-di-Cannesmatteo-garronepremi Ultimo aggiornamento: Martedì 14/06/2016 07:49
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI