Il Bunga Bunga di Berlusconi, Fede e Mora

Il Bunga Bunga di Berlusconi, Fede e Mora

Il Bunga Bunga di Silvio Berlusconi, Emilio Fede e Lele Mora, il tormentone dell'autunno 2010

    Il 28 ottobre 2010 verrà ricordato dalla tv come il giorno del Bunga Bunga di Silvio Berlusconi, pratica amorosa a quanto pare diffusa in Italia da Gheddafi, che sembra essere stata un gustoso dopocena per alcuni incontri ad Arcore, nella Villa del premier. La notizia, di sapore gossipparo, è però legata a un’indagine della procura di Milano su un giro di prostituzione minorile che vedrebbe coinvolta una 17enne marocchina, tale Ruby, per sua ammissione conoscente del premier, che si darebbe anche mosso per aiutarla ragazza in alcune occasioni. Ma l’attenzione è tutta per il Bunga Bunga.

    Il lessico politico italiano si arricchisce di un esotismo, il Bunga Bunga: sarebbe indicata così una pratica erotica in voga presso alcuni sovrani africani che prevedrebbe la presenza di un nutrito numero di donne dedicate al benessere di un uomo. Stando alla versione di Fede (coinvolto nel caso, come si vedrà in seguito), invece, si tratta di un’espressione tratta da una famosa barzelletta, che ascoltiamo in basso raccontata dallo stesso Fede.



    Ma come è arrivata questa espressione su tutti i maggiori quotidiani di ieri?
    Tutto nasce da un’indagine della Procura di Milano su un giro di prostituzione minorile: tra le indagate anche tal Ruby, marocchina 17enne, che ha raccontato di aver partecipato a tre feste ad Arcore, condite da donne famose e non – escort incluse -, a base di Bunga Bunga (come detto proprio dal Premier secondo la ragazza), passatempo mutuato dall’amico Gheddafi. Ruby sarebbe giunta ad Arcore attraverso Lele Mora, l’unico a conoscere la vera età della ragazza, che invece a Silvio e ai suoi amici ne avrebbe dichiarati 24. Tra gli amici anche Emilio Fede, il direttore del Tg4.

    Nonostante le indiscrezioni comparse sulla stampa di ieri, la produra di Milano fa sapere che non c’è nessuna indagine a carico di Berlusconi, ma a carico di Lele Mora ed Emilio Fede, che ha affrontato la questione in diretta nell’edizione delle 19.00 di ieri. “Non ho mai commesso nulla di illecito, e non potrei mai farlo finché non verrò chiamato lassù - ha detto il direttore -. Io sono rispettoso della giustizia ma soprattutto della mia coscienza di uomo e di giornalista e queste fughe di notizie rischiano di rovinare la dignità delle persone coinvolte in un’indagine dalla quale risultano spesso estranei, e che non avranno modo di ottenere risarcimento morale“. Con loro anche l’ex igienista di Berlusconi, ora consigliere regionale lombardo del Pdl, Nicole Minetti, tutti e tre coinvolti, secondo la Procura, nell’organizzazione di feste a luci rosse, anche a basi di minorenni, per il Premier.


    Mi occupo di spazzatura a Napoli, la spazzatura mediatica la lascio a voi“: così Silvio Berlusconi ha liquidato la questione in una conferenza stampa legata alla nuova emergenza immondizia a Napoli, come si vede nel video di apertura. “Non accetto il contraddittorio… facciamo come ad Annozero…” aggiunge il premier con una stoccata alla trasmissione di Santoro, che ieri ha smentito un’intervista esclusiva ad Annozero (che si è occupata invece della situazioni rifiuti in Campania). Ma il ‘caso Ruby’ sembra configurarsi come un nuovo caso Noemi Letizia. Ci si domanda quali siano i rapporti tra il premier e la 17enne: il punto più delicato non riguarda i passatempi serali dei politici & co., quanto l’interessamento mostrato da Palazzo Chigi verso la ragazza in occasione di un suo fermo per sospetto di furto, lo scorso 27 maggio. Proprio in quell’occasione la Minetti sarebbe stata indicata come ‘responsabile’ della ragazza dopo il suo rilascio, non essendoci disponibilità di posto nelle comunità di accoglienza milanesi.
    La Minetti smentisce, Mora non rilascia dichiarazioni, Fede si difende in tv, Berlusconi attacca, ma l’attenzione di tutti è per il Bunga Bunga. E’ già diventato il tormentone dell’autunno 2010.

    719

    Festival di Sanremo 2017

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI