“iGenius: la rivoluzione di Steve Jobs” stasera alle 23 su Discovery Channel

“iGenius: la rivoluzione di Steve Jobs” stasera alle 23 su Discovery Channel

'iGenius: la rivoluzione di Steve Jobs' stasera alle 23 su Discovery Channel

    Questa sera alle 23 Discovery Channel ricorda Steve Jobs, il creativo visionario co-fondatore della Apple mancato pochi giorni fa, con il documentario speciale “iGenius: la rivoluzione di Steve Jobs”, il documentario di un’ora che celebra l’ingegnere dei sogni e le sue innovazioni tecnologiche.

    Alla vigilia dell’uscita italiana dell’iPhone 4S e a pochi giorni dalla morte di Steve Jobs, questa sera alle 23 Discovery Channel presenta in prima tv ed in esclusiva “iGenius: la rivoluzione di Steve Jobs”, un documentario dedicato a Steve Jobs e alle sue invenzioni, cose “ordinarie” reinventate in modo straordinario che hanno cambiato non solo la nostra vita (dal lavoro all’intrattenimento), ma rivoluzionato il mercato (pensiamo all’iPod e ad iTunes).

    Lo speciale è condotto da Adam Savage e Jamie Hyneman, due esperti di effetti speciali (hanno insieme più di trent’anni di esperienza nel ramo), che solitamente presentano Mythbusters, un programma mettono alla prova la validità di numerose leggende urbane e miti.

    iGenius è arricchito da interviste a personaggi che testimoniano come la propria vita sia stata sconvolta e influenzata dalle invenzioni di Jobs, un visionario ma anche un “dittatore”, con idee precise e maniacali sul come le cose avrebbero dovuto essere fatte: sentiremo quindi le dichiarazioni Lee Felsenstein, socio fondatore del Computer Club Homebrew, Daniel Kottke, un amico che ha viaggiato in India con Jobs e che in seguito diventerà uno dei primi dipendenti Apple, e John Draper, un ingegnere che ha dato la possibilità a Steve Jobs di iniziare il suo lavoro.

    Non mancheranno testimonianze di giornalisti, scrittori e critici che hanno raccontato Jobs e le sue creazioni, ma anche artisti – scopriremo per esempio che Harry Shum di Glee è la silhoutte misteriosa di una pubblicità Apple – musicisti, registi e designer che hanno vissuto lo stravolgimento del loro lavoro dovuto ai risultati dei progressi tecnologici di Jobs: Stevie Wonder, Pete Wentz e artisti emergenti che hanno creduto nelle creazioni di Steve, come iTunes, per il loro successo, o la cui carriera è stata lanciata da uno spot Apple.

    Qualcuno ha detto che seguire il percorso già spianato da altri è un’azione ragionevole – dichiara Adam Savage nella nota stampa con cui Discovery Channel ha lanciato il programms – pertanto ogni progresso è fatto da uomini irragionevoli.

    Steve Jobs era un uomo irragionevole. Infatti, non ha semplicemente dato al pubblico ciò che voleva, ma ha definito nuovi schemi del mondo digitale nel nostro modo di pensare: produttività, creatività, musica, communicazione, media e arte. Ha permeato, direttamente e indirettamente, tutte le nostre vite”.

    449

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI