IdF6: la Ventura entusiasta e la Luxuria pudica

Presentata alla stampa la sesta edizione dell'Isola dei Famosi

da , il

    E’ stata ufficialmente presentata alla stampa L’Isola dei Famosi 6. Entusiasti e carichi la presentatrice Simona Ventura e il direttore di RaiDue, Antonio Marano, che dichiara subito di non temere la concorrenza di Zelig, collocato da Canale 5 al lunedì a partire dal 29 settembre. Ma adesso si guarda a lunedì 15, giorno dell’esordio dei naufraghi vip e dei non vip, ancora blindatissimi. In alto la video intervista a Vladimir Luxuria durante la preparazione a Molveno.

    Simona Ventura è come sempre entusiasta della sua creatura, del reality più logevo della Rai che negli anni ha dimostrato di riuscire a trasformarsi senza trasfigurarsi e mantenere alti ascolti e interesse del pubblico e dei media. Un entusiasmo dovuto anche al coronamento di un sogno, quello di avere nel cast un politico, e aggiungeremmo noi ‘che politico’: parliamo ovviamente di Vladimir Luxuria, il personaggio più atteso – e sulla carta il più vivace – di questa sesta edizione dell’Isola. “Spero che la sua presenza ci permetta di affrontare problemi sociali”, magari sensibilizzare gli italiani sui temi dell’omofobia e delle minoranze in generale. L’esperienza ci ha insegnato (vedi Silvia Burgio in GF8) che la qualità di una persona emerge al di là di mille discussioni o di mille prediche socio-politiche. Intanto Luxuria ha scelto di non comparire mai in costume, ma di indossare sempre un pareo, almeno intorno alla vita: un modo per non turbare il pubblico a casa e soprattutto, pensiamo noi, per difendersi dalla morbosa curiosità dei telespettatori. Nel frattempo non rinuncia al teatro: sebbene in procinto di partire per l’Honduras, Vladimir Luxuria debutta oggi con Discarica, nell’ambito del Todi Arte Festival. Per usare una celebre frase di Totò, questa donna “non conosce ostacoli”.

    Se Vladimir Luxuria è l’asso nella manica del cast vip, non si sa molto di quello Nip. Simona non si sbilancia: ci sarà qualche straniero, ma si tratterà di otto personaggi dell’Italia contemporanea, tra un padre di quattro figli e un laureto dal modesto impiego. La scelta dei non vip è stata particolarmente oculata, ha detto la Ventura, che punta ancora sul meccanismo della ‘lotta di classe’ tra i due gruppi di concorrenti. L’esperienza della scorsa edizione, però, ci ha insegnato che a saldare i rapporti tra i membri dei due schieramenti non è tanto lo status sociale quanto la condivisione dei primi giorni sull’Isola, vissuti lo scorso anno in luoghi e in situazioni decisamente diverse (in spiaggia i Vip, nella giungla i Nip).

    In ogni caso Simona promette che se ne vedranno delle belle. Di sicuro la presenza in stidio di Luca Giurato e Mara Venier in veste di opinionisti (paragonati dalla Ventura ai vecchietti dei Muppet) annuncia scintille, sempre che abbiano davvero tempo e modo di esprimersi come sanno fare. Atteso al varco anche il nuovo inviato, Filippo Magnini, non più impegnato a vincere nelle piscine del Water Cube di Pechino ma concentrato a raccogliere degnamente il testimone di Francesco Facchinetti.

    Insomma tutto è pronto e tutti sono pronti, anche Antonio Marano che non si dimostra molto preoccupato dello scontro tra la sua Isola e il concorrente Zelig, al via su Canale 5 dal 29 settembre. “Hanno spostato Zelig? Peggio per loro” commenta Marano, che però con il trasferimento dell’Isola dal mercoledì al lunedì dovrà vedersela anche con la grande fiction di RaiUno. Un rischio inevitabile, a quanto pare, sebbene il contesto in cui si muove la sesta edizione dell’Isola dei Famosi appare molto più accidentato dell’anno scorso. Va considerato, infatti, che a differenza di quanto successo nel 2007, l’autunno 2008 costringe l’Isola a dividersi l’attenzione del pubblico e dei media con un altro reality, Il Ballo delle Debuttanti, su Canale 5 da domenica 14.

    Ma è presto per preoccuparsi: come dice Simona, l’Isola sta arrivando.