I Vicerè stasera e domani su RaiUno

I Vicerè stasera e domani su RaiUno

Questa sera e domani in prima serata su RaiUno arriva I Vicerè, trasposizione dell'omonimo romanzo di Federico De Roberto uscito prima nelle sale (novembre 2007) e poi in dvd (aprile 2008)

    Arriva finalmente in tv come miniserie in due parti I Vicerè, il film di Roberto Faenza uscito nelle sale nel novembre 2007 e già disponibile in dvd da aprile. Il pubblico televisivo potrà seguire le vicende della famiglia Uzeda questa sera e domani in prima serata su RaiUno. Nel cast Alessandro Preziosi, Cristiana Capotondi, Lando Buzzanca e Lucia Bosè. In alto le prime scene.

    Tratto (liberamente) dall’omonimo romanzo di Federico De Roberto, “censurato per più di cento anni” come recita il sito ufficiale del film, I Vicerè arriva in tv nella sua prima trasposizione audiovisiva pensata per una doppia distribuzione, cinematografica e televisiva, come sempre più spesso accade per le produzioni RaiFiction (prossimamente sarà in tv, infatti, anche Sanguepazzo).

    Premiato con quattro David di Donatello (Francesco Frigeri / Migliore Scenografo, Milena Canonero / Migliore Costumista, Gino Tamagnini / Migliore Truccatore e Maria Teresa Corridoni / Migliore Acconciatore), con due Nastri d’argento (Milena Canonero / Migliore costumista e Francesco Frigeri / Migliore scenografo) e con due Globi d’Oro (a Lando Buzzanca come Migliore attore e Maurizio Calvesi per la Migliore fotografia), il film di Faenza non ha però avuto un grande successo ai botteghini. Anche la critica, a dire il vero, si è un po’ divisa: c’è chi ha gridato al capolavoro, chi invece l’ha bollato come ‘didascalico’. Ora, però, si prepara al guidizio del composito pubblico dell’ammiraglia della Rai in una versione più lunga di quella proiettata nei cinema.

    Una coproduzione italo-spagnola (che ha visto unite la Jean Vigo Italia, la spagnola I.C.C., Rai Cinema e RaiFiction) porta in video la storia degli Uzeda, nobile famiglia siciliana che alla metà dell’800 si trova a dover fare i conti con la vicina nascita dello stato italiano. La dominazione borbonica sta per terminare e gli Uzeda, discendenti dei Vicerè di Spagna, sono chiamati a una ‘scelta di campo’ tormentata e ricca di compromessi, incarnata in qualche modo dall’erede della famiglia, Consalvo (Alessandro Preziosi), figlio del principe Giacomo (Lando Buzzanca) e nipote di Donna Ferdinanda (Lucia Bosè). E’ proprio attraverso gli occhi di Consalvo che il pubblico entra nelle vicende della famiglia: sconcertato da una dura esperienza in un convento benedettino, Consalvo cresce ribelle, dedito ai viaggi e ai vizi, fino ad approdare a una scelta estrema, figlia delle brame di potere che da sempre aleggiano nella sua famiglia ma nello stesso tempo in aperto contrasto con le sue origini. Decide, infatti, di entrare nelle fila del neonato parlamento italiano contro il volere del padre, offeso da cotanto affronto. In realtà per Consalvo quella è l’unica mossa utile per mantenere il potere e non essere sopraffatto dal cambiamento dei tempi.

    A fargli da contraltare la sorella Teresa (Cristiana Capotondi) che rinuncia all’amore della sua vita, Giovannino, per segure la volntà paterna, che la vuole sposa al fratello sgorbio del suo amato, Michele.

    Per il regista Faenza, la trasposizione (realizzata dallo stesso Faenza in collaborazione con Filippo Gentili, Andrea Porporati e Francesco Bruni e con la consulenza storico-letteraria di Antonio Di Grado e di Sandro Bonella) è un viaggio nei compromessi, nella corruzione, nella brama di potere che travalica l’ambientazione tardo-ottocentesca per riversarsi completamente nel presente. I Vicerè rappresentano, non solo per lui, una condanna del ‘trasformismo’, condanna che, a detta dello stesso Faenza, ha disturbato l’estabilishment. In basso un’intervista a Faenza e la chiave del pensiero di Consalvo.





    Ora, però, approda su RaiUno, il più istituzionale dei canali tv nazionali. Vedremo come sarà accolto dal pubblico. Rimandiamo valutazioni e bilanci a martedì mattina. Buona visione.

    807

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI