I Soprano chiudono, adesso un film?

I Soprano chiudono, adesso un film?

La serie si è chiusa con un finale aperto

    Otto stagioni per un totale di 85 episodi, 18 premi Emmy (gli Oscar televisivi), e un grande successo al di là delle previsioni: i Soprano, serie tv americana seguita in tutto il mondo, è giunta al capolinea.
    (Seguono spoiler.)

    Oddio, in realtà non molto: nella puntata andata in onda ad inizio settimana, mentre Tony è al ristorante con moglie e figlio, un uomo dall’aria sospetta entra in bagno, due afroamericani entrano nel locale e… appaiono i titoli di coda. Così, lasciando tutto in sospeso, e milioni di fan – che nei giorni scorsi si erano arrabbiati non poco – a bocca aperta. In realtà il finale aperto sarebbe solamente un escamotage per il film che dovrebbe essere tratto dalla celebre serie tv.

    Anche se, come sottolineano molti siti dedicati alla tv e numerosi fan, il cast è stato ridotto ai minimi termini: negli ultimi episodi sono scomparsi Chris Montesanti (Michael Imperioli), Bobby “Bacala” Baccalieri, (Steven Schirripa), e Silvio Dante (Steven Van Zandt, il chitarrista di Bruce Springsteen). Ma David Chase, che ha già annunciato che verrà fatto un film a condizione che tutti i personaggi della serie partecipino, avrebbe pensato a uno stratagemma per far partecipare all’eventuale film i personaggi defunti: verrà utilizzata la tecnica del flashback, che si ricollegherebbe a un episodio in onda in America nel 2006. Negli Usa la serie è stata un vero e proprio cult: il linguaggio dei Soprano è diventato un linguaggio di massa, e il telefilm ha ispirato anche il film con “Terapia e pallottole” (protagonista, Robert De Niro”, in cui si narra di un boss malavitoso che cerca la redenzione attraverso sedute dallo psicologo.
    I fan italiani (sicuramente già in astinenza come quelli americani) potranno comunque consolarsi: la serie dei Soprano verrà di nuovo messa in onda dall’inizio a partire da 3 luglio ogni martedì alle 21, sul canale satellitare “Cult“.

    360