I Simpson insegnano biologia, chimica, astronomia e fisica

I Simpson insegnano biologia, chimica, astronomia e fisica

Un insegnante della “University of Sciences” di Philadelphia, tale Paul Halpern, ha detto che il cartone animato aiuta i giovani studenti ad imparare cose sulla biologia, sulla chimica, sull’astronomia e sulla fisica

da in Cartoni Animati, Simpson
Ultimo aggiornamento:

    Se Homer da solo può insegnare il catechismo, la famiglia Simpson insieme insegna i misteri scientifici. Se pensate che sia una boutade, sappiate che l’affermazione viene da un insegnante della “University of Sciences” di Philadelphia, tale Paul Halpern, il quale ha dichiarato che il cartone animato aiuta i giovani studenti ad imparare cose sulla biologia, sulla chimica, sull’astronomia e sulla fisica.

    Tanto per farvi capire che non è uno scherzo, il professore ha dato alle stampe un libro, titolo “What’s Science Ever Done for Us? What The Simpsons Can Teach US About Physics, Robots, Life and the Universe“, e prima ancora ha usato alcuni episodi dei Simpson per suscitare l’interesse della classe “perché, ha spiegato, se è vero che non tutto quello che viene dimostrato nello show è scientifico, può suscitare un potenziale interesse nella scienza. I Simpson offrono un ottimo punto di partenza per imparare i principi scientifici. Ovviamente, le conclusioni cui arrivano i personaggi dello show vanno prese ‘cum grano salis’, perché, dopotutto, è una serie comica”.
    Tra le puntate citate, un episodio del 1999 in cui Homer usa il plutonio per creare un ibrido pomodoro/tabacco, per creare una pianta di “pomacco”: secondo Halpern, sebbene versare del plutonio nel suolo non porta ad una pianta di “pomacco”, ci sono casi in cui, dopo aver fatto crescere le due piante assieme, sono venuti fuori dei pomodori con tracce di nicotina. In una puntata della seconda stagione “Two Cars in Every Garage and Three Eyes on Every Fish,” Bart e Lisa trovano un pesce con tre occhi nel fiume vicino all’impianto nucleare di Mr Burns, che per evitare la ‘nascita’ dell’idea che la sua centrale sia responsabile della mutazione, lancia una campagna per mostrare come il terzo occhio di Blinky sia solo il prossimo passo della selezione naturale.

    Per provarlo, secondo Halpern, Mr Burns dovrà vedere se il terzo occhio di Blinky lo aiuterà a trovare più cibo e ad evitare pericolosi predatori. Episodi a parte, l’idea del libro è venuta ad Halpern dopo aver visto che ne I Simpson appaiono numerosi scienziati come guest star, come Stephen Hawking e Dudley Herschbach, e che alcuni sceneggiatori dei Simpson hanno un background scientifico, come Al Jean, che ha una laurea in Matematica presa ad Harvard. “E poi, ha concluso Halpern, ci sono un sacco di scienziati cui piacciono i Simpson”.

    428

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Cartoni AnimatiSimpson