I nazisti amano la coppia McCain – Palin, parola di Griffin

L'episodio di domenica sera de I Griffin vede Stewie, Brian e Mort Goldman viaggiare nel tempo, precisamente al 1939 e all'invasione della Germania nei confronti della Polonia: le gag sui nazisti si sono sprecate, ma a colpire molti è stata in particolare la scena dove Stewie, indossando una divisa nazista, nota una spilla pro McCain/Palin

da , il

    family guy nazi

    South Park è finito nei guai per una scena di stupro, può Family Guy (I Griffin) finirci per una spilletta? Se proprio uno volesse guardare il capello, la risposta potrebbe anche essere sì, visto che dopo un fine settimana passato a discettare sull’apparizione della governatrice dell’Alaska al Saturday Night Live, la comedy animata della Fox (rete che certo non ha simpatie sinistre) ha fatto un regalo non troppo gradito alla coppia McCain/Palin.

    L’episodio di domenica sera vede infatti Stewie, Brian e Mort Goldman viaggiare nel tempo, precisamente al 1939 e all’invasione della Germania nei confronti della Polonia: le gag sui nazisti si sono sprecate, ma a colpire molti è stata in particolare la scena dove Stewie, indossando una divisa nazista, nota una spilla McCain/Palin.

    Il disgusto di Family Guy per il partito repubblicano è noto a tutti, visto che lo show non perde occasione per demonizzare la destra, ed ovviamente avere il ‘supporto’ dei nazisti è un ‘buon’ modo per raggiungere l’obiettivo. Già negli scorsi episodi, comunque, gli sceneggiatori non si erano risparmiati, basti ricordare l’episodio in cui, ad un party di Halloween, uno dei partecipanti era vestito da vittima di un incidente stradale e diceva di essere la persona investita e uccisa da Laura Bush.

    Va detto che Seth MacFarlane – creatore della serie – è comunque uno dei pochi ad essere senza paura quando si tratta di burlarsi della politica (indipendentemente che lo faccia con buon gusto o meno), tanto che oltre a comparare Sarah Palin e John McCain ai nazisti, non si è fatto scrupolo di piazzare Bush vicino al diavolo.

    Secondo la ‘leggenda’, il prendere tutto non troppo sul serio di MacFarlane è dovuto ad un mezzo miracolo, visto che il creatore dei Griffin avrebbe dovuto essere su uno degli arei dell’11 settembre, uno di quelli schiantatisi contro le Torri Gemelle: solo un errore di programmazione da parte del suo assistente gli ha fatto, col senno di poi per fortuna, perdere il volo.

    Quanto alle elezioni presidenziali, le cose per il team repubblicano non vanno certo bene, se è vero che qualunque cosa dica la Palin è passibile di attacco: nel corso di una raccolta fondi in North Carolina, la governatrice ha infatti detto di non credere “che l’America migliore sia a Washington”, anzi, “la vera e miglior America è qui in queste piccole città, dove tutti siete patriottici, lavorate molto, e amate l’America”.

    Una dichiarazione che ha scatenato le ire del presentatore del “Daily Show” Jon Stewart, che nel corso di un incontro in un college di Boston ha scandito tra gli applausi: “La Palin ha detto che preferisce i piccoli paesi perché sono pro-America? Tutto quello che voglio dirle è, molto velocemente, vaffanc**o“…e poi ci lamentiamo per una spilletta…