I Migliori Anni su RaiUno, Carlo Conti: ‘E’ il nuovo Canzonissima’

I Migliori Anni su RaiUno, Carlo Conti: ‘E’ il nuovo Canzonissima’

Sta per partire la nuova edizione de 'I migliori anni', che torna con una formula rinnovata

    I Migliori Anni su RaiUno, Carlo Conti: 'E' il nuovo Canzonissima'

    Partirà questo sabato su RaiUno la nuova edizione de I Migliori Anni, che si ripresenta con diverse novità, a partire dal giorno di trasmissione. Il programma di Carlo Conti occuperà infatti il palinsesto del sabato sera, una collocazione tutt’altro che semplice e con una concorrenza spietata. Molte le novità di quest’anno, a partire dal rivoluzionamento della formula. Come spiegato dallo stesso conduttore in conferenza stampa, I Migliori Anni raccoglie l’eredità dell’indimenticato Canzonissima.

    Del resto, dopo cinque edizioni in quattro anni il format rischiava di risultare usurato e ripetitivo. Senza contare che nelle scorse annate sono stati esplorati tutti i possibili decenni di musica italiana. Per cui si è reso necessario apportare delle modifiche all’impostazione di base e introdurre dei nuovi elementi, senza tuttavia cancellare l’anima della trasmissione.

    Carlo Conti e gli autori hanno quindi pensato di guardare al passato, riportando in auge un evento televisivo e musicale che ha davvero fatto la storia della nostra tv, ovvero Canzonissima. In questa edizione de I Migliori Anni concorreranno infatti otto artisti italiani, che faranno rivivere in ogni puntata dei capolavori musicali made in Italy.
    Gli otto partecipanti in questione sono: Luca Barbarossa, Enrico Ruggeri, Marco Masini, Povia, Paola e Chiara, Mietta, Karima e Alexia. Per loro la grande sfida sarà quella di portare sul palco dei classici della canzone italiana, riarrangiandoli in chiave moderna e adattandoli anche al proprio stile.
    Tutti si sono dichiarati entusiasti di prendere parte al progetto e dal canto suo Carlo Conti li ha ringraziati enormemente per la disponibilità.

    Le vere protagoniste saranno comunque le canzoni, che verranno votate dal pubblico in studio e a casa, grazie alla piattaforma web. Tuttavia, a differenza di quanto accadeva in Canzonissima, non ci saranno eliminati. Come anticipato, gli otto artisti in gara riproporranno delle cover del passato, ripescandole dal repertorio italiano dagli anni ’60 a quelli ’90 e presentandole in una nuova veste.

    Ecco quali saranno i brani della prima puntata:

    Luca Barbarossa – ‘Occhi di ragazza’
    Mietta - ‘Oggi sono io’
    Alexia – ‘Non credere’
    Paola e Chiara – ‘Un’estate fa’
    Karima - ‘Prendila così’
    Povia – ‘La donna cannone’
    Marco Masini - ‘Una carezza in un pugno’
    Enrico Ruggeri – Un brano di Fabrizio De Andrè

    In più, in ogni puntata sarà eseguito un brano inedito da parte di uno degli otto artisti, partendo già sabato con Povia.

    Oltre all’aspetto musicale, che sarà ovviamente quello predominante, non mancherà comunque la componente dell’intrattenimento. In questo senso avrà un ruolo fondamentale Nino Frassica, che è nel cast del programma sin dal suo esordio. Il comico avrà un suo spazio intitolato ‘I migliori quiz’, in cui ripercorrerà la storia del genere televisivo in questione e si trasformerà lui stesso in uomo delle domande, coinvolgendo concorrenti provenienti da tutta Italia.

    La collocazione al sabato sera implica ovviamente lo scontro diretto con la corazzata di Italia’s Got Talent e sarà interessante vedere i risultati del confronto. Anche se il nemico è potente, I Migliori Anni ha tutte le carte in regola per fare il botto, magari replicando i fasti del Tale e Quale Show, altra creatura di Conti. Intanto c’è già chi parla di ‘Contro-Sanremo’ con riferimento al programma in partenza, ma il presentatore e il cast sono concordi nel ritenerli due generi diversi, con una diversa offerta al pubblico.
    E a proposito della kermesse canora, dopo tutte queste trasmissioni musicali e data l’enorme fiducia accordatagli dalla Rai, viene da chiedersi quando potremo vedere Carlo Conti calcare il palco dell’Ariston. La risposta è molto semplice: ‘Il giorno che lo vedrete meno in tv, sarà quello in cui sarà prossimo ad andare a Sanremo’.

    703