I magnifici 5, Fabrizio Corona lancia un reality sulla felicità

I magnifici 5, Fabrizio Corona lancia un reality sulla felicità

Fabrizio Corona sarà impegnato nella promozione del reality I manifici 5, che parte da un'idea ben precisa, quella di Maurizio Mian, capo del Gunther Project: inseguire la felicità

da in Fabrizio Corona, Reality Show
Ultimo aggiornamento:

    I magnifici 5 reality di Fabrizio Corona

    Nulla può fermare Fabrizio Corona, è ormai evidente: l’ex di Belen tornerà con I magnifici 5 in tv, in qualità di promotore al fianco di Maurizio Mian; ciò significa che, pur non essendo protagonista dinanzi alle telecamere, e cioè non conducendo il reality, avrà comunque un ruolo importantissimo per il successo del programma. Non è la prima volta che Corona si impegna televisivamente in progetti di una certa consistenza: non molto tempo fa, per esempio, condusse l’innovativo Libertà di parola, un talk show che non ha avuto, però, la fortuna desiderata. A spiegare i contenuti del programma – la cui collocazione non è stata ancora definita – è stato proprio il già citato Mian, imprenditore toscano, nonché editore del quotidiano L’Unità, a capo del Gunther Project, i cui obiettivi sono stati indispensabili per la messa a punto del nuovo format: ‘Alla base di tutto, c’è lo studio scientifico comportamentale in base al quale l’uomo, nella attuale struttura sociale, non insegue il piacere e la felicità ma, ingabbiato in regole, divieti ed ogni altro tipo di ostacoli, sacrifica se stesso e la sua esistenza rimandando costantemente al futuro l’obiettivo fondamentale della sua vita, la ragione del suo essere: il piacere e la felicità‘.

    E poi ancora:

    Al posto dell’attuale struttura sociale fondata sul dolore, sul divieto, sulla negazione, sulla costrizione all’essere felici entro canoni innaturali dettati da ordinamenti precostituiti, auspichiamo che l’essere umano possa perseguire la felicità ed il piacere come elemento fondante e naturale della sua esistenza in una nuova società nella quale il felice sviluppo di ciascuno sia quello di tutti‘.

    Tali principi spingeranno due ragazze e tre ragazzi a inseguire i propri obiettivi nel corso di ben sei mesi in una villa in Toscana. Non sarà un reality alla Grande Fratello, però: nessuno di loro sarà spiato ventiquattr’ore su ventiquattro e la vita non andrà avanti nel bivacco più assoluto.

    Molto di più di un semplice spettacolo commerciale – ha spiegato Mian -; è una ricerca scientifica in piena regola, che parte da affermate teorie comportamentali per arrivare a dimostrare che l’uomo, calato in un contesto ideale, senza divieti o sensi di colpa a perseguitarlo, tende naturalmente alla felicità e al piacere‘.

    Una bella idea, che merita sicuramente spazio nei nostri palinsesti

    457

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Fabrizio CoronaReality Show