I Liceali alzano la media della fiction Mediaset, RaiUno sospende Medicina Generale

I Liceali rialzano la media degli ascolti della fiction mediaset dopo la fine de I Cesaroni

da , il

    I cast de I Liceali e di Medicina Generale

    Eccezion fatta per I Cesaroni, le ultime fiction di Canale 5 non hanno raccolto audience proprio brillanti. Aldo Moro è stato battuto da I Raccomandati (venerdì 9 maggio), Mogli a Pezzi dalla Partita del Cuore (domenica 11 maggio). A rialzare la media ci hanno pensato I Liceali, che mercoledì hanno superato la soglia dei 5 milioni: di questi tempi un vero successo. Stasera la seconda puntata. Intanto RaiUno sospende Medicina Generale: martedì 20 andrà in onda l’ennesima replica de Il Commissario Montalbano nella sua “Gita a Tindari”.

    Tempi duri per la fiction?

    In effetti gli ultimi titoli fictional trasmessi da Canale 5 sono andati al di sotto delle aspettative. Il caso più eclatante, a dire il vero, è stata la miniserie Aldo Moro, dalla quale ci si aspettava qualcosa in più per contenuti e risultati. La prima puntata, andata in onda il 9 maggio, a trent’anni esatti dalla morte dello statista, è stata addirittura battuta da I Raccomandati, giudicata da Boris Sollazzo di Liberazione il peggior esempio di tv generalista“. La prima puntata di Aldo Moro, infatti, è stata seguita da 4.149.000 spettatori (share 17,06%) – contro i 5.423.000 (24,61%) di Carlo Conti - scesi a 3.852.000 (18,08%) nella seconda e ultima parte, domenica 11, che gli hanno però permesso di battere il Commissario De Luca su RaiUno, che ha racimolato 3.642.000 spettatori (16,78%).

    La media complessiva per la miniserie è stata, quindi, di 4.000.000 di spettatori con uno share del 17,6%. Un risultato che molti critici hanno attribuito ad un prodotto non particolarmente curato, per regia, sceneggiatura e trattamento dell’affaire Moro, una ferita ancora molto aperta per gli italiani.

    Mogli a Pezzi meriterebbe un discorso a parte. Andata mediamente meglio di Aldo Moro, ha patito della concorrenza de La Partita del Cuore, ma ha poi vinto, di misura, sul ritorno di Medicina Generale, ripiombato improvvisamente nel palinsesto Rai senza neanche una replica (magari pomeridiana) delle prime 8 puntate andate in onda l’anno scorso e ora sospesa. Difficile, forse, per gli spettatori riambientarsi, ex abrupto, nelle corsie del ‘reparto’ Rai e probabile scelta di dirottare sui toni più leggeri, a tratti paradossali, della fiction giallo-rosa con Manuela Arcuri. Fatto sta che Mogli a Pezzi ha registrato lunedi 12 maggio 4.656.000 spettatori (18,85%) – contro i 4.981.000 (20,87%) della Partita del Cuore – e 4.749.000 spettatori (19,55%) nella seconda, martedì 13 maggio, contro Medicina Generale con i suoi 500.000 spettatori in meno (4.245.000 e 17,17% di share). In media, quindi, le Mogli a Pezzi hanno registrato 4.702.500 spettatori e uno share del 19,2%.

    Nenache la Rai gode da questo punto di vista di ottima salute. Il Commissario De Luca non ha incontrato un grande favore da parte del pubblico, Capri si difende contro I Cesaroni e ora giunge la notizia della sospensione di Medicina Generale, che nelle due puntate consecutive andate in onda martedì 13 e mercoledì 14 ha registrato una media di 4.193.000 spettatori e il 17% di share.

    Sono però giunti I Liceali a risollevare le sorti di una settimana non proprio brillante per la fiction Mediaset: con la prima puntata, collocata all’ultimo momento mercoledì 14, i Liceali hanno superato la fatidica soglia dei cinque milioni di telespettatori e si sono lasciati alle spalle, con un ‘ottimo’ margine, medici e infermieri di RaiUno. 5.458.000 spettatori, con uno share del 22,29%, sono un buon bottino che I Liceali sono chiamati a rinsaldare stasera con la seconda puntata. Se il trend è questo, il momento glorioso de I Raccomandati di Carlo Conti è destinato a durare poco, mentre la Rai punta su Il bambino della domenica, la miniserie con Beppe Fiorello in onda domenica 18 e lunedì 19. E’ l’ora della riscossa?