I Golden Globes si faranno, parola di NBC

I Golden Globes si faranno, parola di NBC

Lo sciopero non fermerà i Golden Globes: nonostante gli sceneggiatori non abbiano garantito una deroga, e nonostante sia in forse la presenza di molti attori, la NBC ha reso noto ieri che la 65esima edizione della cerimonia si farà, nonostante lo sciopero, il 13 gennaio

    golden globes logo

    Lo sciopero (che l’AFI ha messo al primo posto nella sua classifica dedicata agli eventi più importanti del 2007, ovviamente in ambito televisivo e cinematografico, ma di questo ne parleremo meglio prossimamente) non fermerà i Golden Globes: nonostante gli sceneggiatori non abbiano garantito una deroga, e nonostante sia in forse la presenza di molti attori, la NBC ha reso noto ieri che la 65esima edizione della cerimonia si farà, nonostante lo sciopero, il 13 gennaio.

    Ricordiamo che la WGA, che è in sciopero contro l’Alliance of Motion Picture and Television Producers dal 5 novembre, ha minacciato di picchettare la cerimonia se questa fosse stata trasmessa e prodotta dalla Dick Clark Productions (una delle compagnie contro cui si sciopera): minaccia che ha agitato non poco i sogni dei presidenti delle corporation, paure che sembrano ora essere rientrate. Nei giorni scorsi erano circolati rumors non confermati, che dicevano come sia la NBC (rete che trasmette l’evento) che l’Hollywood Foreign Press Association, (che assegna i premi), avrebbero potuto cancellare l’evento, o trasmetterlo solo su internet: ma ieri, un rappresentate della NBC ha detto a E! Online che quanto ai Globes “lo show andrà avanti” come previsto, rifiutandosi di commentare eventuali piani di emergenza. Jorge Camara, presidente della HFPA, ha confermato ad E! che non c’è “nessuna intenzione” di cancellare l’evento.

    A dispetto della sicurezza mostrata, però, bisogna fare i conti anche con lo Screen Actors Guild, sindacato degli attori finora solidale con gli sceneggiatori (il loro contratto scade a giugno, e le richieste saranno simili): molti attori hanno detto pubblicamente che non avrebbero preso parte alla cerimonia, anche se il New York Times ha citato alcuni insider senza nome che hanno detto come la Foreign Press Association abbia cominciato a “tastare il terreno” per assicurarsi che grossi nomi come Tom Hanks, Julia Roberts, Keira Knightley, Denzel Washington, Katherine Heigl e George Clooney partecipino allo show senza fare rivendicazioni di sorta né dichiarazioni sullo sciopero.

    418

    Festival di Sanremo 2017

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI