I costi delle fiction, i cachet degli attori

I costi delle fiction, i cachet degli attori

Commissario Montalbano compensi attori fiction

Quanto costano le fiction? Il genere televisivo che negli ultimi anni ha riscosso ottimo successo è passato allo scandaglio del del mensile “Tivù” che nell’ultimo numero ha riportato i compensi dei più noti attori di fiction.

Stando a Tivù il più pagato sarebbe Luca Zingaretti, Il Commissario Montalbano, che percepisce ben 400 mila euro a puntata mentre il più “economico” risulta essere Terence Hill con soli 60 mila euro a puntata. Ovviamente la grossa differenza nei compensi è determinata anche dal fatto che parlando di Terence Hill si parli di serie di lunga durata, nel caso del Commissario Montalbano le puntate trasmesse sono molte meno.

Per quanto riguarda le mini-serie sono pagati parecchio bene anche Gigi Proietti, Lino Banfi, Sabrina Ferilli, Christian De Sica e Raoul Bova ( 250.000 Euro a puntata), Giorgio Tirabassi (200 mila euro a puntata), Terence Hill per le mini serie chiede 150 mila euro a puntata e come lui Alessio Boni e Elena Sofia Ricci. Attorno ai 120 mila euro, Beppe Fiorello e Veronica Pivetti. I meno noti percepiscono un cachet che va dai 5mila euro in su.

Secondo l’inchiesta condotta dal mensile, gli ingaggi degli attori incidono per il 13 per cento sul totale del costo-produzione di una fiction, il costo-regia raggiunge solo il 3 per cento. Il costo medio orario di una miniserie ad alto budget supera di 2milioni di euro c’è però da dire che in parte i costi vengono attutiti dalla replicabilità delle serie e che le fiction italiane godono di un mercato internazionale appetibile e possono quindi essere distribuite anche oltre frontiera.

Nel 2007, la Rai ha investito nelle fiction 268 milioni di euro, il costo medio a serata per una serie lunga 13 episodi costa alla Rai 510 mila euro all’ora, circa 850mila euro a puntata. Per le serie da 4 a 6-8 episodi, 1 milione 300mila euro a puntata, orca 780mila euro all’ora e una miniserie in due puntate, costa 1.450.000/1.500.000 a puntata, circa 870- 900 mila euro all’ora.

Mediaset ha investito in questo genere , sempre nel 2007, 220milioni di euro. Una serie lunga le viene a costare 1 milione 300mila-1 milione 500mila euro a puntata, con un costo orario di 550-580mila euro. Per le serie medie si parla di 1 milione 300mila- 1 milione 500mila euro, con 650-750mila euro all’ora e per le mini-serie Mediaset spende 2 milioni di euro a puntata, circa 1 milione di euro all’ora.

Cifre veramente da capogiro che rendono più comprensibile il motivo per cui molte fiction vengono girate nei Paesi dell’Est, il costo di produzione in questo caso si abbatte di un bel 30 per cento rispetto a quello sostenuto in Italia.

543

Fonte | Digital Sat

Segui Televisionando

Gio 28/06/2007 da in

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Francesco 28 giugno 2007 14:52

Ma non si vergognano di prendere così tanti soldi per recitare ! Mia mamma si fa un mazzo così per portare quei 1.500 euro al mese, e so che c’è anche gente che non riesce nemmeno a prendere la metà e pensare che questi attoruncoli prendono più di 100.000 euro per una fiction , mi fa vergognare di essere italiano

Rispondi Segnala abuso
Barbara
Barbara 28 giugno 2007 14:55

Bè io dico la stessa cosa per i calciatori …purtroppo il mondo va così :/

Rispondi Segnala abuso
FulviaLeopardi 28 giugno 2007 14:59

Ottimo articolo. Sì che poi sapessero recitare bene (alcune rare eccezioni escluse) le persone che prendono certe cifre…
Pure i meno noti 5.000 euro, roba che io ci metto minimo 10 mesi, se va bene (facendomi un mazzo triplo)

Rispondi Segnala abuso
Barbara
Barbara 28 giugno 2007 15:03

Ecco a leggere ste cifre il tanto discusso compenso di Benigni per Dante non sembra mica un’esagerazione( bravi quelli di Tivù che si sono dati la pena di tirar giù tutti sti dati)

Rispondi Segnala abuso
Francesco 28 giugno 2007 15:30

E poi ci si lamenta sulla fame nel mondo, ce credo se tutti i soldi che ci sono li danno a sta gentaglia

Rispondi Segnala abuso
aretha
Aretha 28 giugno 2007 15:58

è vero sono cifre esorbitanti, ma per me quelli dati a zingaretti, seppur tanti, sono meritatissimi! Il commissario Montalbano è l’UNICA fiction italiana degna di esser definita tale, se penso che pure quelle con lino banfi o una veronica pivetti le chiamano fiction… e soprattutto hanno successo! bah…!

Rispondi Segnala abuso
5 agosto 2007 11:27

I suddetti osceni compensi sono , IN OGNI CASO ATTORI VERAMENTE BRAVI COMPRESI, uno schiaffo non solo alla miseria ma anche alla decorosa povertà in cui vivono, purtroppo, milioni di italiani.

Rispondi Segnala abuso
Carlo 5 agosto 2007 11:29

Ora che so che Zingaretti guadagna 400.000 Euro a puntata non guarderò mai più il Commissario Montalbano e spero faccinao altrettanto i restanti 59 milioni di italiani.

Rispondi Segnala abuso
SENTIRSIDIRE il film 9 marzo 2008 17:10

Cerchiamo attori, attrici e comparse per nuova produzione cinematografica 2008.

Rispondi Segnala abuso
Rossana 29 giugno 2009 00:47

io sono veramente amareggiata!! non dico disgustata perchè ormai mi aspetto di tutto, però è uno schifo..
leggere che un attore guadagna 400 mila euro a puntata mi fa solo tristezza perchè penso alle tante persone colpite dalla crisi economica che non portano a casa neanche 400 euro al mese!
io non dico che il loro è un lavoro più leggero di altri, alla fine penso che nessun lavoro, per quanto logorante, meriti di essere pagato tutti quei soldi!

sono veramente amareggiata….

Rispondi Segnala abuso
10 luglio 2010 15:37

non ho parole

Rispondi Segnala abuso
29 ottobre 2010 09:53

…ma se si riducessero i compensi dei personaggi televisivi, magari si potrebbe ridurre il canone rai(e comunque obbligare un operaio che non arriva a fine mese a pagare il canone per dare compensi da capogiro….e quantomeno paradossale!!!), i prezzi dei prodotti pubblicizzati si potrebbe chiedere meno per pubblicizzarli….insomma credo che si sia creato un vortice per cui i ricchi saranno sempre più ricchi e i poveri sempre più poveri. Occorrerebbe ridimensionare tutto, ma purtroppo manca il buon senso di chi può che si dovrebbe mettere una mano sul cuore. Ma in italia siamo troppo furbi… per questo!

Rispondi Segnala abuso
Edoardo 29 ottobre 2010 10:07

una persona per una puntata di una fiction non so che mole di lavoro ha da fare, magari tanto o poco, non lo so, una cosa è certa 400.000 euro sono il guadagno di una vita di lavoro di un’operaio che magari arriva alla pensione e poi si ammala per aver respirato polveri 40anni. Io non dico che un’attore debba percepire 1200 Euro/mese ma magari se invece che percepire 400.000 ne percepisse 50.000 camperebbe lo stesso bene e magari quei 350000 euro risparmiati potrebbero riperquotersi positivamente sulla collettività…se per un’attore 350000 per 10 3500000 per 100 35000000 per un politico per 10politici per 100 politici, per 1 manager per 10 manager , per 100 manager allora forse qualche prodotto potrebbe costare meno per il povero cittadino

Rispondi Segnala abuso
Paolo 11 gennaio 2012 14:52

Francesco cosa c’entra l’essere italiano???
E’ così ovunque anzi in altri paesi prendono anche di più.

Sono le logiche di mercato. Dalle serie di successo i produttori cercano di guadagnare il più possibile. Perchè per una serie che ne sono magari due in perdita. E se una serie va bene chi vi lavora cerca di ottenerne dei benefici economici chiedendo la cifra più alta che il produttore pensa valga la pena dare. Se anche Zingaretti rinunciasse a a 350000 euro questi non andrebbero magicamente alla colletività ma nelle tasche del produttore che già si intascala fetta più grande della torta.

Rispondi Segnala abuso
Seguici